Villa Greppi a lezione di legalità. Nell’ambito del progetto sostenuto con forza dalle docenti di Diritto, con l’obiettivo di diffondere una cultura civica tra le nuove generazioni.

Villa Greppi sostiene la legalità

Da quest’anno l’impegno delle docenti di Diritto Isabella Perego e Denise Tagliasacchi si è infatti declinato anche in un’ottica di percorso di alternanza scuola lavoro. In sinergia con un sistema di rete del territorio per favorire un consapevole orientamento professionale che culminato con l’incontro con due avvocati penalisti. Ovvero Paolo Camporini del foro di Como e Mara Ratti di Lecco. Partendo dall’analisi dei principi costituzionali in materia di giurisdizione penale, gli avvocati hanno infatti illustrato le principali fasi del processo penale. Quindi il ruolo del pubblico ministero, della difesa e del giudice. Sono state poi spiegate le peculiarità della professione forense, in particolare il ruolo dell’avvocato nella società e nel processo. Si è anche affrontato il tema delicato del ruolo della stampa e dei mezzi di informazione nel raccontare delle indagini in corso su un crimine. Un accenno è stato fatto alla condizione carceraria in Italia.

Ottime le risposte dagli studenti

«Questo progetto è una premessa indispensabile per sviluppare le conoscenze relative ai principi della nostra Costituzione, formare le competenze sociali e civiche degli studenti e favorire un confronto attivo con il contesto sociale in cui vivono a vantaggio di una convivenza civile» hanno affermato le docenti.