È stata ufficializzata la cifra ottenuta per il recupero del credito d’imposta 2018 per lo sforzo profuso da Lario Reti Holding nell’utilizzo di nuove tecnologie e in investimenti ad alto contenuto innovativo. Si tratta di 32.190€ che sono compensati direttamente sull’esercizio in corso, vale a dire che tale cifra è direttamente scontata sulle imposte del 2019.

Riconosciuto a Lario Reti Holding il credito di imposta per Ricerca e Sviluppo

Le attività per le quali Lario Reti Holding ha beneficiato del credito di imposta sono 5. In collaborazione con il Politecnico di Milano sono stati sviluppati due progetti, uno di ricerca
in campo idrogeologico ed uno di ricerca inerente gli agenti inquinanti nelle falde acquifere; inoltre, grazie alla collaborazione con l’Università degli Studi di Milano Bicocca, la Federazione Speleologica Lombarda e la Comunità Montana della Valsassina è in corso lo studio di idrogeologia del sistema carsico della Grigna Settentrionale. Infine, si sono sperimentati innovativi sistemi di gestione dei fanghi e degli odori presso il depuratore di Lecco.

Leggi anche:  Erba: "Trenord, pessimo biglietto da visita per il Lecchese"

Adesione al forum di sviluppo tecnologico TAG

Recentemente, inoltre, Lario Reti Holding ha aderito al forum mondiale di sviluppo tecnologico TAG (Technology Approval Group) di Isle Utilities, società Londinese nata nel 2010 e che si occupa di consulenza tecnologica e cleantech. L’adesione a TAG permetterà a Lario Reti Holding di testare le tecnologie emergenti nel settore, potendo così accedervi prima del lancio sul mercato e attivando nuove e virtuose prassi e metodi di gestione del Servizio Idrico Integrato.