Un primo semestre 2018 positivo per Silea, grazie alla raccolta differenziata. Di quasi 700mila euro la differenza tra maggiori ricavi e minori costi stimata su base annua dalla Spa valmadrerese che gestisce il ciclo integrato dei rifiuti per i Comuni del Lecchese. La buona notizia è che la somma “tornerà” nelle tasche degli stessi Comuni entro la fine del mese di ottobre. Un “premio” proposto dal Cda e approvato di buon grado dall’assemblea di coordinamento dei Comuni soci riunita mercoledì sera.

Silea stanzia 700mila euro ai Comuni

Il risultato si deve principalmente a due fattori. Anzitutto alla nuova modalità di raccolta multi-materiale(sacco viola) che ha determinato un notevole incremento della  plastica di qualità. la percentuale è cresciuta dal 25% del 2017 al 60%. In aumento anche la quantità: si era preventivato di raccoglierne 3.860 tonnellate, si arriverà a fine anno a circa 4.300 tonnellate, con maggiori ricavi conseguiti con Corepla (si stima saranno 530mila euro).

Il “sacco viola” si è inoltre ridotto a favore di una maggiore quantità della carta mono materiale (bidone giallo). Per cui è diminuito (di ben 170.000 euro)  il corrispettivo di selezione da versare a Seruso Spa.

Leggi anche:  Silea avvia la raccolta differenziata con tariffazione puntuale

Premio ai risultati raggiunti

I 700mila euro di premio ai Comuni sono in considerazione dei buoni risultati raggiunti nel 2018. Ma anche un incentivo a proseguire l’impegno di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sull’importanza della raccolta differenziata finalizzata al recupero e al riciclo dei materiali. la cifra sarà ripartita sulla base delle quantità di sacco viola multi leggero effettivamente conferite da ogni singolo Comune socio misurate al 30 settembre. L’erogazione avverrà entro il mese di ottobre.