Il meccanismo è semplice. Tramite la depurazione, le acque raccolte dalla fognatura vengono trattate in appositi impianti e rese compatibili con l’ambiente. Gli impianti di depurazione assicurano la separazione dei rifiuti solidi dalle acque depurate, che sono nuovamente immesse nel corpo idrico naturale costituito dai fiumi e dai laghi. Un depuratore è un sistema complesso e articolato, dove, attraverso moderne tecnologie, vengono depurate le acque reflue, cioè gli scarichi civili e industriali provenienti, attraverso il sistema fognario e i collettori intercomunali, dal territorio servito.

Sistema affascinante

«Lario Reti Holding assicura l’operatività di 30 depuratori su tutto il territorio provinciale – introduce Vincenzo Lombardo, direttore Corporate di Lario Reti Holding Spa –. Spicca l’impianto di Valmadrera Rio Torto con i suoi 99.000 abitanti equivalenti rappresenta la più importante struttura di depurazione da noi gestita». La depurazione dei reflui è un trattamento fondamentale che Lario Reti Holding assicura per la salvaguardia del territorio lecchese: «Tale servizio richiede il costante investimento di risorse per la manutenzione e il potenziamento delle strutture, che devono stare al passo con l’aumento della popolazione residente e l’evoluzione di normative e leggi locali, nazionali e comunitarie». Per questa ragione, la depurazione è il settore dove si concentra il 50% del budget investito da Lario Reti Holding per il 2017 e in cui anche Regione Lombardia è intervenuta, sostenendo la
Provincia di Lecco con oltre 4,5 milioni di Euro.

Contributo regionale

«Dieci milioni di euro per la depurazione dei laghi Prealpini sono la risposta concreta sia per la  tutela dei laghi e dell’ambiente, sia per rispondere pienamente alle esigenze del territorio». Così l’assessore regionale all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile della Lombardia, Claudia Terzi, ha commentato l’approvazione, nella seduta di Giunta del programma degli interventi nell’ambito del Patto per la Lombardia finalizzati alla depurazione dei laghi prealpini. È anche grazie a questi fondi che si realizzeranno 30 interventi di collettamento finalizzati alla depurazione, di cui 5 nella Provincia di Lecco. I progetti in questione sono tra i più impegnativi che Lario Reti Holding gestirà nel corso dei prossimi anni e interessano la zona del Lago (sponde est ed ovest) e della Valsassina. Complessivamente toccheranno 5 dei 20 depuratori che servono le due aree.
Conclude Lombardo: «Si tratta di una risposta concreta al territorio per completare, realizzare, migliorare e portare a termine tutte quelle azioni finalizzate all’adeguamento dei servizi di fognatura, collettamento e depurazione che potrebbero in futuro risultare non conformi alle direttive UE sul trattamento delle acque reflue urbane».