Husqvarna: oggi, giovedì 6 giugno 2019 arrivate le prime lettere di licenziamento per 81  lavoratori dell’azienda di Valmadrera. Ad annunciarlo è la Cisl che rende anche noti che porsegue, senza sosta, il presidio dei dipendenti davanti ai cancelli dell’azienda

Crisi Husqvarna

Intanto questa mattina si è svolto in vertice in  Provincia a Lecco per cercare una via d’uscita alla crisi dell’Husqvarna di Valmadrera. Al tavolo anche i consiglieri regionali Raffaele Erba del Movimento 5 Stelle e Raffaele Staniero del Pd e il coordinatore provinciale dell’Unità di Gestione Crisi Aziendali Matteo Sironi. “Sul tavolo c’erano le richieste di lavoratori e sindacati e le possibili soluzioni per garantire quantomeno i sussidi di disoccupazione ai dipendenti” spiega Erba. “La riunione di oggi è preparatoria all’audizione che si terrà giovedì prossimo in Regione Lombardia. Importante sarà definire l’applicabilità al caso Husqvarna della cassa integrazione per cessazione, misura reintrodotta da pochi mesi e voluta fortemente dal Ministro Luigi di Maio. Una misura che può fare da paracadute per i lavoratori che si trovano in queste condizioni”.

Leggi anche:  I preadolescenti e i pericoli di Internet: sale in cattedra il preside

 

Il segretario generale della Fiom Cgil al presidio Husqvarna

Crisi Husqvarna: Provincia in campo per i percorsi di ricollocazione

Crisi Husqvarna: confermati gli esuberi nel vertice in Confindustria e visita del segretario della Cisl FOTO

Husqvarna: prosegue il presidio parmanente fuori dall’azienda di Valmadrera FOTO

 Husqvarna annuncia la chiusura dei reparti produttivi: oggi sciopero a Valmadrera