L’Assessorato alla Cultura e la Biblioteca del Comune di Valmadrera in collaborazione con la Banca del Tempo di Valmadrera  invitano a “Valmadreresi di Ieri: poesia, pittura e storia de La Vall”. Si tratta di  tre appuntamenti dedicati a Valmadrera, al suo passato e alla creatività dei suoi cittadini.

Valmadreresi di Ieri: poesia, pittura e storia de La Vall

Ecco  le date da segnare sul calendario. Si parte sabato 21 ottobre alle  21.00 al Fatebenefratelli. Qui si  si terrà la serata di premiazione della seconda edizione del Concorso di Poesia Dionigi Villa: Nis il Poeta”. L’evento è dedicato alla memoria di Dionigi Villa detto Nis, figura valmadrerese di poeta spontaneo e “contadino”.

Poesia di colori

Sempre sabato 21, alle 17.30, verrà inaugurata presso la Sala Ex-equosolidale Poesia di colori”. E’ una  mostra di pittura dedicata alle opere di Ersilio “Ersy” Dell’Oro.  La mostra sarà aperta dal 22 al 29 ottobre. Sarà accessibile tutti i giorni dalle 15.00 alle 18.00 e la domenica sia al mattino 10.00-12.00 che al pomeriggio 15.00-18.00.

Ier e incò. Bosinate di Achille dell’Oro

Giovedì 26 ottobre alle 21.00, presso la Sala Auditorium del Centro Culturale Fatebenefratelli, verrà presentato il volume Ier e incò. Bosinate di Achille dell’Oro”. E’ curato da Vincenzo Dell’Oro, Gianbattista Magistris e Gianfranco Scotti. Per la prima volta vengono pubblicate le poesie dialettali (o, come preferiva definirle l’autore, “bosinate”) in cui Achille Dell’Oro ha raccolto episodi, figure ed usanze suggestive della Valmadrera di ieri

Leggi anche:  Lutto a Valmadrera: è morto il papà del sindaco Rusconi

Il presidente della BdT

“Per noi che da sempre facciamo del territorio, e della dimostrazione di quanto siano importanti le sue magnifiche specificità e competenze, l’ambito del nostro lavoro, è motivo di particolare orgoglio collaborare a queste iniziative” afferma Flavio Passerini, Presidente di Banca del Tempo Valmadrera. “La grande partecipazione dei giovanissimi al concorso di poesia, oltre alla rivalutazione di Ersilio Dell’Oro, a cui siamo particolarmente legati, e di Achille Dell’Oro vanno proprio nella direzione da noi auspicata sin dall’inizio. Vogliamo  portare a conoscenza dei giovani le opere di figure importanti della nostra comunità. Ciò  sperando che si riesca a coinvolgere i ragazzi nella costruzione di una comunità sempre più bella e coesa”.