Sabato 22 dicembre, alle  21, nella Chiesa dello Spirito Santo di Valmadrera l’Accademia Corale di Lecco, insieme al Solo d’Archi Ensemble, proporrà il tradizionale Concerto di Natale.

Concerto di Natale

Il programma che verrà eseguito si aprirà con una parte prettamente orchestrale sulle musiche di Jean Sibelius e Arcangelo Corelli nel Concerto fatto per la Notte di Natale, cui seguirà una rassegna di brani per coro e archi: il Magnificat di Baldassarre Galuppi, accompagnato dal soprano Emanuela La Porta, e il Misericordias Domini di Wolfgang Amadeus Mozart. La serata si concluderà con l’esecuzione di alcuni brani dalla tradizione natalizia, alcuni dei quali armonizzati dal maestro Angelo Mazza, che fu direttore dell’Accademia Corale di Lecco dal 1982 al 1993. Il concerto sarà diretto da Antonio Scaioli, che è alla guida artistica del complesso corale lecchese dal 1993.

L’Accademia Corale di Lecco

L’Accademia Corale di Lecco è stata fondata nel 1947 dal Prof. Vincenzo Saputo e diretta fino al 1982 dal M° Guido Camillucci, della cui pregevole opera, va ricordata l’incisione in prima assoluta italiana de “L’Amfiparnaso” di Orazio Vecchi. Con la sapiente direzione del M° Angelo Mazza, che si conclude nel 1993, ha presentato le maggiori opere del repertorio sacro per soli, coro ed orchestra di Pergolesi, Schubert, Galuppi, Mozart e Vivaldi.Diretta dal 1993 dal M° Antonio Scaioli, ha collaborato con l’Orchestra dell’Università Cattolica, il Quartettone di Milano, l’Orchestra Solo d’Archi di Cesano Maderno e l’Orchestra Sinfonica di Lecco, proponendo, fra le altre, opere quali lo “Stabat Mater” di Rossini, la “Salve Regina” e la “Nikolaimesse” di Haydn, la “Messa dell’Incoronazione” e i “Vesperi” di Mozart, la “Messa in Si b” di Schubert. Ha ampliato il consueto repertorio a cappella dal Cinquecento ai giorni nostri, con lo studio e l’esecuzione della musica corale con pianoforte da Haydn a Brahms.

Quanti successi

Nel maggio 1998 ha inciso per la Stradivarius un CD con alcuni corali di Bach, in collaborazione con l’organista lecchese Gianluca Cesana.Ha tenuto concerti in diverse regioni di Italia e ha partecipato nel 2000 al Festival Corale Internazionale “Alta Val Pusteria”, seguendo un seminario sulla musica corale del XX secolo tenuto dal M° Gary Graden.Negli anni seguenti ha elaborato una serie di progetti con alcune scuole del territorio lecchese per la diffusione della cultura musicale, con particolare attenzione alla coralità.A partire dal 2004, come protagonista di un seminario-concerto e di concerti a cappella e con orchestra, ha partecipato a diverse edizioni della rassegna “Polyphoniae”, organizzata dal Conservatorio di Como.Nel 2007 ha festeggiato il 60° anno di fondazione, in occasione del quale ha inciso il CD “Colori ed emozioni della polifonia”, un itinerario di polifonia sacra dal ‘500 al periodo contemporaneo. Nel dicembre dello stesso anno, è stata insignita della medaglia d’oro, quale attestato di benemerenza civica del Comune di Lecco. In collaborazione con l’Associazione musicale lecchese “Harmonia Gentium” ha eseguito importanti opere sinfonico- corali quali la “Matthaeus Passion” di J. S. Bach, “Il Natale del Redentore” di L. Perosi, il “Gloria” di F. Poulenc, la “Messa solenne di Gran” di F. Listz., il “Passio pel Venerdì Santo” di G.S. Mayr, la “Theresienmesse” di J. Haydn e nel 2010, in memoria del prof. Vincenzo Saputo, ha eseguito il “Requiem” di Fauré per soli, coro e organo.Nell’aprile 2013 è stata protagonista insieme all’Orchestra Sinfonica di Lecco dell’esecuzione del “Requiem” di Mozart in un memorabile concerto nella Basilica di San Nicolò in Lecco. Nel 2015 ha presentato due autentici capolavori dell’epoca barocca: lo “Stabat Mater” di Giovanni Battista Pergolesi e il “Gloria” di Antonio Vivaldi. Nel 2017 ha eseguito la “Messa in Do” di Ludwig van Beethoven per soli, coro e orchestra quale concerto celebrativo per il 70° di fondazione.