Pubblico delle grandi occasioni per il concerto del nuovo anno a Merate. Stipato l’auditorium comunale nella serata di giovedì 4 gennaio. Terza edizione dell’appuntamento offerto alla cittadinanza dall’orchestra Maria Teresa Agnesi.

Successo per il concerto del nuovo anno

Diretto dal maestro Marcello Corti, il concerto ha deliziato per un’ora circa il pubblico accorso numeroso. Un’orchestra composta sopratutto da giovani musicisti alle prese con i grandi della cultura musicale. “L’orchestra Agnesi è un progetto della Scuola di musica san Francesco di Merate – ha spiegato Alberto Longhi direttore della scuola – con il concerto del nuovo anno imitiamo in questa città grandi e noti appuntamenti musicali. Ad esempio lo straordinario concerto che si tiene a Vienna per capodanno. Insomma, portiamo anche a Merate della grande musica per iniziare al meglio questo 2018″. La serata ha preso inizio con un sentito ringraziamento rivolto all’Amministrazione comunale. In particolare, un grazie speciale è stato tributato all’assessore alla cultura, Giusy Spezzaferri, che sostiene con entusiasmo ogni genere di iniziativa culturale.

L’opera Finlandia al centro della serata

Finlandia è un poema sinfonico composto da Jean Sibelius nel 1899. Alla base dell’esecuzione un avvenimento di notevole portata: la celebrazione dell’indipendenza del granducato di Finlandia dalla Russia. “Un poema complesso e molto articolato che questa sera qui a Merate abbiamo cercato di riprodurre al meglio con le nostre forze – sono state le parole del maestro Corti – l’obiettivo è quello di farvi appassionare alla grande musica. Musica che coinvolge gli adulti e i tanti giovani che vedete sul palcoscenico. E questo è un dato entusiasmante”.

Leggi anche:  Il Corpo Musicale Donizetti suona in piazza a Carenno il 14 luglio