Stracolma la cappella dell’ospedale di Merate per la celebrazione presieduta dal cardinal Gianfranco Ravasi. L’alto prelato ha fatto tappa all’ospedale della città nel pomeriggio di sabato 29 dicembre.

“Sapienza e Carne” al centro dell’omelia del cardinal Ravasi

Toccante come sempre l’omelia del cardinal Gianfranco Ravasi. Di fronte ad una cappella ospedaliera gremita, sua eminenza ha riflettuto sui concetti di “Sapienza e Carne”. La Sapienza che permette la guarigione, specialmente in un luogo di malattia e di cura come l’ospedale. E la Carne, essenza della vita umana, simbolo del Natale “in quanto Gesù si è fatto carne ed è diventato uomo come noi”. Non è poi mancato qualche appunto sul significato della parola ospedale. “L’ospedale è il luogo in cui si ospita il malato – ha spiegato – ecco cos’è davvero questa struttura. Un ambiente in cui ci si sente accolti esattamente come nelle nostre case. Quell’accoglienza che fa stare bene e affrontare ogni problema con la forza della vicinanza”.

Leggi anche:  Il prete scomunicato diventa reverendo di una chiesa Lgbt

Il servizio completo sul Giornale di Merate in edicola da lunedì 31 dicembre 2018.