Visitare almeno una volta nella vita gli Stati Uniti è il sogno della maggior parte degli abitanti del Bel Paese. Infatti, ogni anno aumentano i turisti italiani che si recano in America per trascorrere le proprie vacanze. Del resto, in ogni stagione è possibile svolgere tante attività diverse, visitare alcuni dei più bei musei al mondo e conoscere nuove ed incredibili tradizioni. 

Non bisogna dimenticare che la maggior parte delle grandi città possiede un quartiere cinese, uno messicano ed a volte anche uno europeo, come New Orleans, che mantiene ancora oggi una forte identità francese. Di fatto, passando da una zona all’altra si ha come l’impressione di cambiare ogni volta paese.

Tuttavia, gli USA sono la meta ideale anche per gli amanti della natura, poiché racchiudono incredibili parchi nazionali caratterizzati da scenari mozzafiato, nonché da specie vegetali ed animali uniche e meravigliose, che non è possibile trovare in altri luoghi. Inoltre, l’America è la destinazione perfetta anche per chi ha voglia di cimentarsi in un viaggio on the road: basta attraversare in macchina la famosa Route 66, che si estende per migliaia di chilometri.

Organizzare al meglio un viaggio in America: l’importanza dei documenti

Un viaggio negli Stati Uniti è sempre un’ottima idea, poiché consente di allargare i propri orizzonti e di conoscere una realtà diversa ed estremamente entusiasmante. Tuttavia, non basta comprare il biglietto aereo, preparare le valigie e partire. Per una vacanza di questo tipo è necessaria un’attenta organizzazione.

Il primo punto da valutare sono sicuramente i documenti per andare in America. Infatti, è bene sottolineare che gli States prevedono regole d’ingresso piuttosto rigide. Al contrario di quello che pensano molte persone, non è sufficiente il passaporto, ma è necessario anche un visto, che non sempre viene rilasciato. Inoltre, tale documento richiede tempi d’attesa piuttosto elevati. 

Tuttavia, aderendo al programma “Viaggio senza visto” che prevede l’utilizzo del formulario ESTA, è possibile superare questo tipo di problema. Tale soluzione è nata per filtrare in maniera efficiente i viaggiatori diretti negli USA, in modo da facilitare i controlli negli aeroporti, nonché decongestionare le rappresentanze diplomatiche americane. 

Altri consigli pratici: cosa tenere a mente prima di partire

Nella pianificazione di un viaggio negli Stati Uniti un punto determinante è l’assicurazione sanitaria, che deve avere specifiche caratteristiche, in modo da evitare spiacevoli sorprese. Infatti, bisogna considerare che la sanità in America ha costi proibitivi. Di fatto, anche solo per una medicazione può essere necessario sborsare centinaia di dollari. 

Per quanto riguarda il denaro, è bene sottolineare che negli States difficilmente si  riscontrano problemi pagando con la carta di credito. Tuttavia, ritirare il cash presso gli ATM può essere poco vantaggioso. Pertanto, è bene partire con un po’ di contanti, così da stare più tranquilli. 

In valigia è fondamentale infilare un adattatore, in modo da non correre il rischio di non poter caricare il cellulare, la macchina fotografica e così via. Per evitare dubbi e perplessità durante il viaggio è bene affrontare in anticipo anche la questione mance. Di fatto, il buon costume vuole che venga lasciata una mancia del 15%. Non si tratta di un obbligo, bensì di buona educazione.