La passione per la montagna, la musica di Bach, e ancora il Petrarca dell’Ascesa al monte Ventoso: tre straordinari ingredienti per una serata/concerto che si annuncia a dir poco intrigante e curiosa. Salita ai due Giganti: questo il titolo della serata in programma per domani a Lecco. 

Salita ai due Giganti: appuntamento da non perdere domani a Lecco

Una serata ancor più affascinante quando si consideri chi l’ha pensata in questi ultimi mesi: innanzitutto don Fabio Baroncini, 77 anni, il sacerdote lecchese di origini valtellinesi che da decenni è uno di principali riferimenti delle comunità, non solo lombarde, di Comunione e Liberazione, ed in particolare di quelle universitarie.

 

Un grande amante dell’andar per monti, don Fabio, oltre che un fine cultore della bellezza musicale e letteraria; un carismatico educatore di tante generazioni oggi tornato a risiedere nella sua Lecco dopo aver esercitato il proprio ministero a Varese e a Milano. Con lui Dario Benatti, studi in chitarra e liuto presso i Conservatori di Milano e Piacenza, oggi docente dell’Università Cattolica, musicista e musicoterapeuta, alle spalle una intensa attività concertistica in Italia e all’estero, all’opera anche nell’èquipe riabilitativa dell’Associazione Elice di Milano valorizzando e applicando le qualità terapeutiche ed educative della musica.

 

 

Dall’amicizia e dalle riflessioni dei due è nata “Salita ai due Giganti. Cosa accade quando la passione per la montagna incontra Johann Sebastian Bach”: una serata/concerto di musica dal vivo, letture e riflessioni che si terrà domani,  sabato 25 maggio alle 21 nella a Sala Conferenze di Confindustria in via Caprera 4 a Lecco (ingresso libero). Lo spettacolo è promosso dal Centro Culturale Alessandro Manzoni e dalla Compagnia delle Opere di Lecco in collaborazione con l’Associazione Elice.

Cogliere il senso dell’andar per monti 

Cogliere il senso dell’andar per monti – questo il file rouge della proposta – è capire cos’è la vita, scoprirne la bellezza facendo i conti con la realtà e con la fatica di affrontarla, così come si affronta la salita verso la cima in una compagnia fraterna che sa aiutare nelle difficoltà. Lo si scopre camminando e arrampicando, ma anche ascoltando la musica di Bach e cogliendo la sua capacità di trasformare in suoni gli aspetti sostanziali del vivere; e ancora lo si capisce seguendo il salire di Francesco Petrarca verso la vetta del Monte Ventoso, così come racconta in una delle sue prose più note.

I  protagonisti

Protagonisti della serata, dunque, don Fabio Baroncini e le sue riflessioni; Dario Benatti, che guiderà lungo un percorso musicale eseguito al liuto, alla tiorba e alla chitarra; le letture saranno invece affidate alla voce recitante di Angela Dematté, diplomata all’Accademia dei Filodrammatici, attrice e drammaturga; sul palco ci sarà anche Tommaso Benatti, laureato in pittura all’Accademia di Brera, che “in diretta” realizzerà su una grande tela un’opera ispirata alla montagna.