Torna in città un appuntamento atteso divenuto tradizione: la 22^ edizione di Immagimondo, il festival di viaggi, luoghi e culture che parla di turismo sostenibile, culture altre, incontri con la storia, i popoli e le persone di altri territori, con l’obiettivo di aprire un dialogo di conoscenza e favorire lo scambio e la crescita. Un fitto calendario di appuntamenti culturali a Lecco e Comuni limitrofi dal 14 settembre a inizio ottobre. Reportage realizzati da fotografi di livello internazionale e allestimenti di mostre fotografiche avranno grande spazio in questa 22esima edizione del Festival.

Sale il sipario su Immagimondo, il festival di viaggi, luoghi e culture

“Un’importante collaborazione, quella che prosegue da anni con l’associazione Les Cultures e che si è ampliata nel tempo –  sottolinea Simona Piazza, assessore alla cultura del Comune di Lecco –  L’associazione ha creato una rete di realtà che promuovono al di fuori delle nostre città, le nostre tradizioni e la nostra cultura, nonché il nostro territorio ed è capace di convogliare a Lecco viaggiatori da tutto il mondo e persone che portano con loro un bagaglio di esperienza e di conoscenza di culture differenti”.

Gli organizzatori

“Ringraziamo Comuni, Istituzioni, Associazioni culturali, Sponsor che hanno reso possibile la realizzazione di questa edizione del Festival grazie al loro sostegno e collaborazione” sottolinenano gli organizzatori. “Si ringrazia l’associazione Ospiti per la casa e Home Sharing Club per aver dato la disponibilità ad accogliere gratuitamente gli ospiti del Festival. E tutte le associazione e realtà del territorio che hanno collaborato alla realizzazione degli eventi del Festival.

Regione Lombardia

“Immagimondo è ormai un evento consolidato del Lecchese, volano eccezionale per un turismo responsabile, nel pieno rispetto delle tradizioni, delle eccellenze dei territori e della valorizzazione di storia, cultura, sapori ed usanze di terre lontane ma che grazie al Festival vengono a contatto. Un evento, Immagimondo, in grado di esaltare le bellezze di Lecco e della nostra Lombardia, luogo sempre più attrattivo a livello internazionale. L’accoglienza e la ricchezza dell’offerta, dalle montagne ai laghi, dalle città d’arte agli splendidi paesaggi, fanno della nostra regione una delle prime mete turistiche d’Italia. Anche grazie al rispetto delle diversità e delle tradizioni locali si può riscoprire un turismo dei territori che qui in Lombardia trova terreno fertile”.

 

Clicca qui per il programma completo

Ecco i primi eventi da non perdere

14 settembre: Rwanda, 100 more days

Rwanda, 100 more days di Giovanni Mereghetti
h. 18.30 – Torre Viscontea
Inaugurazione mostra fotografica
Poco meno di un quarto di secolo fa, in questo meraviglioso angolo di Africa che chiamano la terra delle mille colline, tra parchi nazionali ricchi di animali, fu compiuto uno dei genocidi più sanguinosi della storia dell’Africa del XX secolo. Dal 6 aprile 1994 fino alla metà di luglio, per circa cento giorni, il Rwanda fu ridotto a un lago di sangue. Oggi, nessuno parla più di quei cento interminabili giorni dove fu seminata paura e morte senza tregua. Kigali è una città moderna, le nuove generazioni guardano avanti verso il futuro. Ecco allora la necessità e la responsabilità di ricordare, di non fermarsi alla superficie e all’apparenza di un presente che tende a cancellare la storia passata.
Un gesto per non dimenticare.

Giovanni Mereghetti collabora con le più importanti agenzie italiane ed estere specializzandosi in reportage geografico e fotografia sociale.
Negli ultimi anni si è dedicato a ricerche fotografiche di carattere sociale nelle carceri italiane e allo studio dei flussi migratori provenienti
dall’Africa Occidentale.

Apertura dal 15 Settembre al 06 Ottobre
Lunedì chiuso
Martedì e mercoledì: 9.30 – 14.00
Da giovedì a domenica: 15.00 – 18.00

17 settembre:  Il gerenzone

Proiezione del documentario Il Gerenzone di Sofia Ceppi Badoni,
Documentario, ITA, 1961 | 27’ 30’’
Restauro sonoro a cura di Federico Videtta, musiche originali di Giovanni Timpano e Giovanni Dell’Era,
voce narrante di Alberto Bonacina.

Leggi anche:  Sabato e domenica le "Giornate Europee del Patrimonio"

Introduce la proiezione Marta Badoni, sorella della regista e gli autori del restauro.
Il Gerenzone è quel tratto della città di Lecco attraversata dal fiume Gerenzone, motore dell’industria lecchese e interessante ecosistema urbano e naturale. Il film, del 1961, è un documento unico, che ritrae le fabbriche e le officine metallurgiche ancora in piena espansione e la vita quotidiana, che si sviluppava intorno ad esse.

Evento a cura di Officina Gerenzone, laboratorio aperto a tutti i cittadini per la valorizzazione e riqualificazione della Valle del Gerenzone – officinagerenzone@gmail.com

18 settembre: Storie di deserti

E’ la prima donna ad aver attraversato da sola con i Tuareg il deserto del Ténéré in Niger a seguito di una carovana del sale. Ha attraversato per 350 Km una parte del deserto del Kalahari in Botswana, e  da sola attraversa a piedi il Simpson Desert, nel cuore del continente australiano. E’ stata la prima donna a cui è stato concesso di percorre in solitaria il deserto dell’Akakus Tadrarf in Libia. Percorre il deserto bianco egiziano con Fabio Pasinetti, non vedente… molte le avventure di Carla, che racconta nei tre volumi pubblicati da Corbaccio: Deserti, Silenzi di Sabbia e Lo sguardo oltre le dune.

Incontro con Carla Perrotti.
Evento in collaborazione con Libreria Cattaneo, Lecco.

20 settembre: Butterfly Effect – Tra Slam Poetry e Jazz

h. 19.30
Apre Dj Mena Live set

h. 21.00 Spettacolo
Performance tra suono e parola nata dall’incontro tra le poesie  della raccolta Come Farfalla (Mille Gru) di Simone Savoginn e la musica di Stefano Fumagalli. Un dialogo tra parola e suono all’interno del quale trovano spazio linguaggi contemporanei e improvvisazioni jazzistiche, dialoghi strumentali e atmosfere elettroniche. La parola e il suono seguono binari distinti che si trovano a correre talvolta parallelamente e talvolta, invece, si fondono in un unico flusso sonoro. Seguendo metaforicamente la trasformazione da crisalide a farfalla, lo spettacolo vuole portare l’ascoltatore ad una riflessione sul sé e sull’ambiente che lo circonda, favorendo la nascita di una nuova consapevolezza interiore. La metafora, a livello sonoro, si manifesta con costruzioni musicali in divenire, sonorità in continua transizione tra definizione e rarefazione, acustico ed elettronico,
struttura e interplay.

La formazione prevede: Simone Savogin (voce recitante), Stefano Fumagalli (chitarre ed elettronica), Martino Malacrida (batteria),
Fabio Longo (basso), Edoardo Maggioni (tastiere), Andrea Baroldi (tromba).

Simone Savogin – finalista di Italia’s Got Talent –  è nel collettivo che fonda la LIPS (Lega Italiana Poetry Slam) nel 2013 e da allora è 3 volte campione italiano in questo torneo.

Evento a pagamento
Per prenotazioni: immagimondo@lescultures.it
Il biglietto di ingresso è acquistabile anche sul sito www.eventbrite.it

E’ possibile acquistare un biglietto cumulativo ai tre eventi a pagamento previsti in programma al prezzo speciale di € 20.00.

In caso di pioggia l’evento si terra presso la Sala Don Ticozzi di Lecco alle ore 21.00

22 settembre: Abbiamo così bisogno di temere ciò che non conosciamo?

Un viaggio che ha il sapore della sfida e dell’affidamento. Quando la vita mi stava dicendo che stavo sbagliando tutto, in termini relazionali, lavorativi, abitativi e che rischiavo di perdere tempo prezioso ho deciso di fidarmi completamente di lei e buttarmi. Mi sono messa in viaggio e ho così scoperto un’Italia bellissima, resistente, accogliente e pacifica. Ho camminato da Livergnano a Lampedusa senza soldi alla ricerca di comunità intenzionali, storie di cambiamento ed ispirazione, finanziando Mediterranea, che si occupa di soccorso di vite umane in mare.

Barbara Cassioli racconta il suo viaggio in dialogo con Ilaria Canali, fondatrice di Rete Nazionale Donne in Cammino.