Domenica 16 dicembre andrà in scena la quarta edizione di “Ritorno a Corenno”, l’evento dal sapore natalizio proposto negli ultimi anni da Biblioteca e Amministrazione Comunale con un notevole successo di partecipanti, nel quale Corenno Plinio svelerà ancora una volta tutto il proprio fascino facendo conoscere i propri angoli migliori.

Ritorno a Corenno

Il consolidato team di organizzatori che fa riferimento al Comune e alla Biblioteca, e che si è già cimentato in questi ultimi cinque anni in tante nuove manifestazioni che stanno diventando una piacevole tradizione, si arricchisce per l’occasione di nuovi collaboratori coinvolgendo tanti Corennesi, felici di mostrare a tutti la bellezza e l’ospitalità dei luoghi in cui vivono. “Lungo le caratteristiche scalotte del borgo si potranno così rivivere i sapori di un tempo fra presepi, mostre e rievocazioni che ci accompagneranno in un viaggio nello spirito natalizio” spiega il sindaco Davide Vassena. “Anche in questa occasione il suggestivo borgo di Corenno proporrà decine di attrattive diverse in grado di accontentare un po’ tutti i gusti”

Tante iniziative da non perdere

Saranno una trentina i luoghi che accoglieranno i visitatori: una ventina i presepi allestiti all’aperto, che resteranno poi visitabili fino al 6 gennaio nell’ambito dell’iniziativa “Un presèpi per ogni purtun”; quest’anno, presso la legnaia della Villa Candiani, sarà allestito anche un presepio vivente. Altri luoghi suggestivi del borgo ospiteranno la casa del pescatore, la casa degli angeli, il laboratorio per grandi e piccoli “Il mondo delle api”, la mostra-dimostrazione sulla lavorazione del tombolo presso il ritrovo “S. Tommaso”, mentre presso la Fattoria verrà allestita la mostra “La poesia di Corenno” che darà l’occasione anche per godere di un eccezionale panorama. Ci sarà poi l’occasione di visitare, magari per la prima volta, la ex filanda, dove verrà allestita la mostra “Quant sèrum paulòt – Religiosità popolare a Dervio e sul territorio”, curata con una grande ricerca storica e fotografica dal prof. Roberto Pozzi, che sarà aperta successivamente anche nei giorni 22, 23, 29, 30 dicembre e 2, 3, 4, 5 gennaio dalle 14 alle 16. Tra gli altri luoghi visitabili, normalmente chiusi al pubblico, ci saranno anche l’antica “Canavascia”, il cortile della villa Valentini a lago, il torchio di villa Candiani dove si potrà acquistare anche del buon vino. Le visite guidate dal prof. Pozzi illustreranno ai visitatori la chiesa e le arche alle 11.30 e alle 14.30.

Informazioni utili

“Per evitare di ingolfare di auto la piazza, che verrà resa pedonale, verranno organizzati bus navetta gratuiti tra Dervio (p.za Municipio) e Corenno dalle 10 alle 19” aggiunge il primo cittadino. “Funzionerà un grande punto ristoro allestito in piazza in un tendone riscaldato, dove dalle 12 alle 18 si potranno degustare pizzoccheri, sciatt, panini e dolci (con anche la possibilità di prenotare in biblioteca entro sabato 15), mentre lungo le scalotte si potranno trovare anche vin brulé e dolci in compagnia di Babbo Natale o accompagnati dalle note dello zampognaro. Sarà possibile ammirare Corenno anche dal lago, con un giro di qualche minuto sulle barche “Lucia” in partenza presso il porto, anche quando saranno calate le prime luci della sera. Nella chiesa parrocchiale dedicata a S. Tommaso di Canterbury verrà proposto alle ore 16.30 il concerto “Natale a Corenno” con il coro “Nives” di Premana che proporrà melodie natalizie dal mondo. L’evento poi terminerà in tempo per la S. Messa delle ore 18. Anche se ci si augura la stessa stupenda giornata di sole dello scorso anno, la manifestazione si terrà con ogni condizione di tempo in quanto tutti gli eventi possono essere comodamente fruiti al coperto”.

Leggi anche:  Strapagnano, l'edizione 2019 avrà un tocco di cultura