Il Principe Alberto II di Monaco ha dato il via al 22° Gran Paradiso Film Festival. Intervenuto lunedì 15 luglio per il Preludio della manifestazione valdostana, ha espresso apprezzamento per la bellezza del paesaggio e l’ospitalità di Cogne, sottolineando l’importanza di luoghi come il Parco Nazionale Gran Paradiso e di iniziative come il Gran Paradiso Film Festival, che promuovono idee e visioni sui temi così importanti della tutela ambientale e permettono di trasmettere questi messaggi alle nuove generazioni.

Regale Preludio per il 22° Gran Paradiso Film Festival

La sala della Maison Grivola ha potuto accogliere solo parte delle numerosissime persone accorse per salutare e incontrare il Principe. Ad accoglierlo anche le istituzioni locali, che hanno ringraziato Alberto II per la sua attenzione e partecipazione.

Il sindaco di Cogne, Franco Allera, ha ricordato l’impegno del suo comune per un turismo sostenibile; Italo Cerise, presidente del Parco Nazionale Gran Paradiso, ha ricordato il ruolo essenziale della comunità nella conservazione dell’ambiente nella relazione virtuosa tra uomo e ambiente; il presidente di Fondation Grand Paradis Alessandro Nogara ha ripreso il tema del Festival, affermando che tutti dobbiamo impegnarci per trasformare i sogni in realtà; il presidente della Regione autonoma Valle d’Aosta Antonio Fosson ha confermato la necessità di un lavoro quotidiano per un mondo più sostenibile, nel rispetto della natura che è strettamente legato al rispetto dell’uomo.

Tutti, inoltre, hanno lodato il Festival, una pregevole e rilevante iniziativa che dal 1984 sensibilizza un gran numero di persone sul tema della natura.

L’impegno del Principe Alberto II di Monaco per l’ambiente

Da anni impegnato con la sua Fondazione e coinvolto in prima persona nel delicato compito di sensibilizzare l’opinione pubblica e i governi sulla salvaguardia dell’ambiente, il Principe, rivolgendosi al pubblico e alle autorità presenti, ha sottolineato la necessità di cambiare il rapporto tra uomo e ambiente attraverso una maggiore presa di coscienza dell’importanza della biodiversità delle specie, della loro fragilità e del ruolo di ciascuno di noi.

Rispondendo alle domande di Luisa Vuillermoz, direttore di Fondation Grand Paradis e direttore artistico del Festival, Alberto di Monaco ha spiegato che la sua Fondazione ha sostenuto quasi 500 progetti per la protezione della biodiversità, la lotta contro i cambiamenti climatici e la deforestazione, l’accesso all’acqua e lo sviluppo delle energie rinnovabili, grazie alla collaborazioni con numerosi partner.

Leggi anche:  Turismo a Lecco, com’è lo stato di salute? Il parere del presidente Turismo Confindustria

Il Principe ha ricordato la reintroduzione del gipeto barbuto nel Parco Nazionale del Mercantour, che è stato avvistato anche nel Parco del Gran Paradiso con cui confina, come esempio dell’efficacia di azioni congiunte per la tutela e la valorizzazione dell’arco alpino.

Sollecitato dal direttore Vuillermoz, il Reale monegasco ha voluto dedicare un pensiero alla madre, l’attrice Grace Kelly, ricordando come sia a lei che lui deve il suo impegno a favore dell’ambiente: sin da piccolo ha saputo infatti trasmettergli la sensibilità e l’amore nei confronti della natura e la sua Fondazione è un omaggio e un ringraziamento per tutto quello che lei ha saputo insegnargli.

Infine un sogno del Principe: che tutti i Paesi possano rispettare e raggiungere gli obiettivi fissati dall’Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici, per uno sviluppo globale durevole, giusto ed equo.

Al Preludio anche un premio Oscar

A completare il ricco pomeriggio l’intervista al regista francese Luc Jacquet: il vincitore del premio Oscar con il documentario “La marcia dei pinguini”, ha introdotto la proiezione del suo nuovo film “La montagne aux histoires” dedicato al Parco Nazionale del Mercantour, dono al Festival della Fondation Prince Albert II de Monaco.

Lunedì 22 luglio la Cerimonia di apertura

Il Festival entrerà nel vivo lunedì 22 luglio, alle ore 17.00, con la Cerimonia di apertura alla presenza delle autorità regionali e di dodici giovani talenti valdostani che daranno dimostrazione delle loro doti e porteranno in scena i loro sogni. A ognuno di loro Netweek, media partner ufficiale del 22° Gran Paradiso Film Festival, consegnerà un regalo speciale.

Seguiranno in serata le prime proiezioni dei film del Concorso internazionale.

Tutti gli eventi in programma sono gratuiti e consultabili sul sito www.gpff.it. Si consiglia la prenotazione all’indirizzo info@grand-paradis.it, che consentirà l’accesso agevolato in sala da un ingresso dedicato.