“Prosa e non solo”, il nuovo ciclo di spettacoli in programma al teatro Giovanni XXIII di Sotto il Monte, partirà questo sabato con “Across the Universe”.

“Prosa e non solo”: si parte con “Across the Universe”

Ad aprire il ciclo “Prosa e non solo” al teatro Giovanni XXIII di Sotto il Monte sarà, questo sabato alle 20.30, “Across the Universe. Parole, immagini, scatole sonore, musiche originali, per viaggiare nel cosmo”. Lo spettacolo sarà un concerto di parole, musica e suoni, un viaggio nel tempo che farà riscoprire riflessioni e spunti ripresi da Margherita Hack, Cicerone e papa Francesco.

Le artiste sul palco

Lo spettacolo è fra le più recenti produzioni dell’associazione culturale Progetti e Regie, fondata dalla regista Sara Poli che da sempre dedica particolare attenzione alle tematiche femminili e del teatro civile. Con lei saranno presenti sul palco la violoncellista e compositrice Daniela Savoldi e l’attrice e interprete Laura Mantovi.

Laura Mantovi, interprete dello spettacolo

Un viaggio nei misteri dell’universo con Hack, Cicerone e papa Francesco

Le artiste, guidate dalla concezione di Margherita Hack “Non c’è nulla da temere, solo da capire”, intraprenderanno un viaggio nei misteri dell’Universo, dando voce ai corpi celesti dello Spazio conosciuto, creando sonorità avvolgenti e raccontando alcuni capitoli dell’avventura dell’uomo nello Spazio: una riproposizione di suggestioni raffinate per avvolgere di poesia i misteri del cielo. I suoni creati dalle emissioni radiomagnetiche captate da Voyager 1, Voyager 2, Cassini e le voci dei protagonisti della missione Apollo 11 risveglieranno emozioni sospese.
“Across the Universe”, come uno spiraglio nell’incommensurabile vastità dell’Universo, vuole ricordare, 50 anni dopo, la “lunga notte della Luna”, rivivendo alcune delle fasi salienti che nel luglio 1969 ci hanno portati sul “Mare della tranquillità”. L’antesignano Somnium Scipionis di Cicerone rivive nelle parole attuali di Stephen Hawking su quanto l’era spaziale abbia donato all’Umanità: «Quando vediamo la Terra
dallo Spazio ci vediamo come un tutto, vediamo l’unità e non le divisioni. È un’immagine così semplice dotata di un messaggio così affascinante. Un pianeta, una razza umana!». Ma è anche bisogno di “custodire il creato”, come lo stesso papa Francesco ha affermato
nella sua ultima enciclica Laudato sì: «In questo universo, composto da sistemi aperti, che entrano in comunicazione gli uni con gli altri, possiamo scoprire innumerevoli forme di relazione e partecipazione», ha dichiarato, attraverso le quali «la libertà umana può offrire il suo intelligente contributo verso un’evoluzione positiva». Tutto questo perché «l’ambiente è un dono collettivo, è esso stesso patrimonio dell’Umanità».

Leggi anche:  Carabiniere travolto e ammazzato: chiesto l'omicidio stradale aggravato per l'investitore
Lo spettacolo “Across the universe”

Costi, info e prenotazioni

Il biglietto intero costa 12 euro, mentre per i minori di 18 anni e per gli studenti universitari è ridotto a dieci euro. Per info e prenotazioni chiamare al numero 035/4360046, scrivere all’indirizzo mail info@papagiovannisottoilmonte.org oppure recarsi alla Casa del Pellegrino in via Pacem in Terris 30.