La democrazia prima di tutto. Un principio sicuramente valido, almeno a Montevecchia, dove il sindaco Franco Carminati e la sua Amministrazione hanno deciso di interpellare la cittadinanza per scegliere il luogo più adatto per la costruzione della nuova biblioteca.

Un progetto da quasi 350mila euro per la nuova biblioteca

Un progetto ambizioso, che potrebbe finalmente dotare il piccolo Comune di una struttura all’avanguardia in grado di unire la biblioteca (che ora si trova in alcuni locali dell’oratorio in via Belvedere) a un’aula studio (da qualche tempo l’aula civica è stata adibita a questo uso), per un budget approssimativo di 350mila euro. Di questi, 100mila sono arrivati da un finanziamento regionale e i restanti saranno raccolti tramite iniziative culturali e mostre e sperando in qualche generosa donazione.
Nel frattempo un attento studio di fattibilità ha permesso all’Amministrazione di presentare, durante l’«Assemblea del cittadino» lo scorso mese di dicembre, due diverse possibili collocazioni per il nuovo polo culturale. Le slide presentate propongono due diverse alternative: da un lato la biblioteca potrebbe essere una prosecuzione dei gradoni che conducono all’ingresso della Casetta, per un budget di 380mila euro e 380 mq, dall’altro anche il pratone vicino alla scuola potrebbe rappresentare una possibilità valida, per un budget di 340mila euro e un’area di intervento di 405 mq.

Leggi anche:  Cantare e suonare la musica antica a Villa Gomes: ultimi giorni per iscriversi

Carminati: “La scelta ai cittadini”

«Ciò che avevamo annunciato durante l’ultima assemblea del 2018 diventa realtà: vogliamo che siano i montevecchini a scegliere dove sorgerà la biblioteca. E’ una via sperimentale e interessante, i cittadini potranno votare tramite il nostro canale Whatsapp (al numero 338.3827499), tramite sms o tramite scheda cartacea in Comune il prossimo 19, 20, 21 e 22 febbraio. Abbiamo 750 iscritti al nostro servizio Whatsapp, il che mostra che i nuovi canali informativi si basano sempre di più sulla tecnologia. Per noi includere i cittadini su tutte le tematiche è fondamentale» ha sottolineato il primo cittadino. Al termine delle votazioni, che proseguiranno anche sabato 23 in sala civica dalle 9 alle 12, la cittadinanza potrà assistere allo spoglio delle schede. «Noi abbiamo mostrato i progetti, ora i montevecchini ci diranno la loro» ha concluso con emozione Carminati.