Grande successo per la Notte Bianca di Barzago svoltasi sabato sera dalle 20.00 all’una di notte. L’evento ha avuto luogo nell’area compresa fra via Roma, via Statale, viale Rimembranze e piazza Garibaldi e ha raccolto l’adesione di numerosi commercianti ed enti del territorio.

Notte Bianca, le attività commerciali

Tantissime le attività commerciali che hanno partecipato alla Notte Bianca. Il ristorante “Da Vittorio”, l'”Osteria Manzoni”, il “Bar Vecchio Pio” e la “Pizzeria Leonardo” si sono occupati della ristorazione. I negozi “Tacco Express”, “Dal Conte”, “Brivio Addobbi Floreali e Giardini”, “Nobili Moda”, “Simone il Barbee” e “Villa Arredamenti” sono rimasti aperti al pubblico per tutta la durata della manifestazione. La “Cantina Seiterre Vini Rizzi” ha invece offerto una degustazione di risotto.

Gli enti del territorio

Hanno collaborato anche associazioni e gruppi. Tra essi l’oratorio di Barzago, il comitato gemellaggio, l’Aido (sezione Barzanò e Associati), il gruppo giovani “Quasi Amici” , l’operazione Mato Grosso, la biblioteca e il Consorzio Brianteo Villa Greppi.

Le attrazioni della serata

Tutti i punti di intrattenimento sono stati dislocati in varie zone della festa in modo tale da coprire una vasta area. Alle 21.30 si è tenuta la  sfilata di acconciature di moda organizzata da “Crazy Line” in collaborazione con “Marilena Abbigliamento”. Presso l’adiacente palestra “Bosio’s Gym”, la biologa nutrizionista Alessia Colombo ha fornito invece consigli in materia di cibo e salute. I fan delle due ruote hanno potuto assistere ad un’esposizione di bici elettriche (con la possibilità di provare questi mezzi presso il negozio “Cicli Preda”). Hanno potuto poi ammirare una serie di moto d’epoca grazie alla partecipazione dell’ associazione “Brianza Moto Storiche” di Garbagnate Monastero. Il gruppo di escursionisti barzaghesi “Mai Sécch” ha mostrato una proiezione fotografica. Accanto al loro stand, il “Gruppo Amici del Cielo” ha messo a disposizione dei telescopi per poter osservare le stelle. L’arte non è certo mancata nel corso della manifestazione e si è tradotta in un’esposizione di installazioni luminose di Diego Tomasoni e nella performance del gruppo di artisti di strada “The Jambos”. Lo stesso vale per lo sport, che ha trovato spazio in un’esibizione di calcio freestyle  con Kirill Mezenok e anche in una dimostrazione di hip- hop e danza moderna offerta dalla “Società Sportiva Giocosport” di Barzanò.

Leggi anche:  Va in scena la Mostra Regionale della Capra Orobica TUTTO IL PROGRAMMA

Un “carillon itinerante”

Ciò che ha sicuramente suscitato più curiosità e ammirazione nei presenti è stato il “carillon itinerante”.  A partire dalle 20.30 un pianoforte mobile, con una ballerina posta sopra di esso, è partito da Via Roma e ha concluso il suo tragitto in Viale Rimembranze.

Musica per tutti i gusti

Nel corso dell’evento si sono esibite tre band musicali in zone diverse in modo tale da poter andare incontro ai gusti di tutti i presenti. Gli amanti dell’hard rock hanno potuto assistere all’esibizione  della band “Wild 4” presso la Pizzeria Leonardo. Di tutt’altro stile gli  “Orchestra The Rimmo” i quali, presso l’Osteria Manzoni, hanno deliziato il pubblico con canzoni folk italiane. Nella zona antistante il Bar Vecchio Pio, Dj Ciaffi ha intrattenuto le persone presenti a partire dalle 20.00 e alle 22.00 ha passato il testimone ai “Laderbraun”, una band di rock acustico.

In memoria di Tentori

Di fronte al municipio è stato allestito un pannello in ricordo dell’ex-sindaco Mario Tentori, scomparso recentemente dopo ben quattro mandati da primo cittadino di Barzago. Su tale pannello era presente una foto di Tentori, una sua frase tratta dall’informatore comunale per cui scriveva e una serie di biglietti colorati sui quali i cittadini potevano lasciare dei messaggi. “Abbiamo optato per un’iniziativa semplice e sobria. Questo era il minimo che potessimo fare per ricordare Mario” ha commentato il vicesindaco ed assessore alla cultura Daniela Bonfanti.