Entra nel vivo l’estate al Monastero del Lavello di Calolziocorte: mostre, serate e cinema nel chiostro animeranno l’antico convento a partire dal questo weekend.

L’estate al Monastero del Lavello: gli appuntamenti di domani

Archiviata la 19esima edizione di LavelFolk, il festival di musica popolare che settimana scorsa per 3 giorni ha portato a Calolzio musicisti e cantautori da tutto il mondo, domni,  domenica 14 luglio tornerà il tradizionale mercatino dell’antiquariato organizzato dalla Pro Loco nell’area pedonale in riva al fiume Adda.Ma non è tutto. Alle 17.30 si terrà l’inaugurazione della mostra “Pietra ferro legno –Arte a cielo aperto” realizzata dal “Centro Culturale il Lavello” che fino al 30 settembre trasformerà i chiostri, il piazzale del santuario e gli spazi esterni in un museo a cielo aperto con sculture e installazioni di Antonio Guerra, Pietro Formenti e Mauro Benatti.Sempre domani alle ore 18, spazio anche al divertimento con la prima di una serie di serate che animeranno il bar dell’ex convento: sarà possibile fare una degustazione di vino con apericena e karaoke nella suggestiva cornice del chiostro minore.

I prossimi eventi

Nei sabati di agosto tornerà il classico appuntamento con “Cinema nel chiostro” organizzato dall’Amministrazione Comunale di Calolziocorte: quattro proiezioni per grandi e piccini sotto le stelle.

L’estate al monastero si concluderà infine con la tradizione festa patronale di settembre che quest’anno sarà arricchita dal concerto dell’ensemble “Capella de Ministrers” direttamente da Valencia grazie al progetto di cooperazione transfrontaliera Italia-Svizzera <VoCaTe> dedicato alla valorizzazione e alla salvaguardia delle musiche tradizionali dell’arco alpino.  Proprio nella cornice del monastero del Lavello, nella mattinata di giovedì 11 luglio, si è svolta la riunione del comitato di indirizzo del progetto VoCaTe con la partecipazione – oltre che dai diversi soggetti del territorio coinvolti: Provincia di Lecco; Comunità Montana Valsassina, Valvarrone, Val d’Esino e Riviera; Fondazione Luigi Clerici, Fondazione Monastero Santa Maria del Lavello, cooperativa Liberi Sogni– anche di una delegazione dal Canton Ticino in rappresentanza dell’associazione Cantar di Pietre, di Mendrisiotto Turismo, della Fondazione Processioni storiche e del Comune di Mendrisio.

Daniele Maggi

“Il programma delle attività che animeranno il monastero durante il periodo estivo è variegato e diversificato. Ci saranno infatti alcuni appuntamenti più marcatamente culturali, come la mostra di Guerra, Formenti e Benatti, e l’esibizione della Capella de Ministrers grazie a “VoCaTe” che rappresenta un progetto di grande spessore e levatura. Parallelamente non mancheranno appuntamenti più leggeri e di svago, a partire dalla serata di domenica: vogliamo aprire le porte del Lavello, vogliamo che sia un centro di cultura ma allo stesso tempo anche un luogo sempre vivo e vissuto a 360° dai cittadini e dai turisti” commenta il presidente della Fondazione Monastero S. Maria del Lavello, Daniele Maggi.