Nelle periferie di grandi città italiane come Milano, Torino, Roma e Napoli, condividendo la vita delle famiglie più fragili, in missione per far rinascere l’umanità più profonda di ciascuno nella concretezza delle vicende quotidiane, andando oltre il pur necessario sostegno assistenziale. Anche di questo racconta la mostra “La vita per l’opera di un Altro”, che sarà aperta nella sede municipale di piazza Diaz dal 26 gennaio al 2 febbraio per iniziativa di Avsi Point Lecco in collaborazione con il Comune di Lecco.

 

I contenuti della mostra

Pannelli e video illustrano l’azione delle Suore di Carità dell’Assunzione – tra di loro, a Napoli, è all’opera anche la lecchese Pinuccia Gianola, sorella del compianto padre Augusto Gianola, missionario del Pime -: un esempio di come la fede vissuta e l’unità con la Chiesa generano una trama di vita e di rapporti fondati sulla carità e sull’intelligenza della situazione. Una presenza ecclesiale discreta e tenace, adeguata ai tempi e capace di dialogare con culture diverse, di collaborare con l’ente pubblico nelle sue varie forme (scuola, Asl, assistenza sociale, tribunali). Le Suore di Carità dell’Assunzione, più note come Suorine, sono nate dall’incontro del carisma di padre Etienne Pernet, assunzionista francese dell’800, con quello di don Luigi Giussani. Pernet, impressionato dalla povertà delle famiglie operaie dei sobborghi di Parigi, con le Suorine “inventò” una moderna pratica di welfare: l’assistenza domiciliare. Don Giussani, che le incontra nel 1958, resta colpito dalla loro esperienza di fede e quindi di carità, dall’unità profonda tra missione e vita religiosa. La mostra ne racconta la storia e l’opera, che ha acquisito le nuove dimensioni dell’assistenza domiciliare: l’intervento in casa, la cura infermieristica, l’accoglienza diurna dei minori, l’impegno educativo nel rapporto con la scuola e con la famiglia, la collaborazione con l’ente locale e i servizi sociali. Presenti a Torino, Milano, Trieste, Roma, Napoli e Madrid, le Suorine costituiscono una realtà sociale determinata dall’orizzonte loro indicato da una frase di Padre Pernet: “Generare un popolo a Dio”.

La Campagna Tende

Con la Campagna Tende 2018/2019 Fondazione Avsi sostiene il loro nuovo progetto “La casa allargata”, che coinvolge seicento famiglie con particolare attenzione ai più piccoli, garantendo aiuto allo studio, attività di gioco, terapie psicologiche e logopediche, ospitalità per il pranzo, accompagnamento a scuola e alle terapie, colloqui insieme ai genitori con maestri e professori anche con l’aiuto di mediatori, cure infermieristiche, aiuto nei rapporti tra famiglia e medico, servizio di iniettorato.

 

Leggi anche:  Varenna, l'orchestra vocale Chorus Band in spettacolo

Gli orari e gli appuntamenti

La mostra, allestita al primo piano del Municipio, sarà aperta per una settimana dal 26 gennaio al 2 febbraio (orari: feriali dalle 9 alle 17.30; sabato dalle 9 alle 12, domenica chiuso): ogni giorno sono previste visite guidate alle 11 e alle 15, oppure su prenotazione (info: assunta.anghileri@virgilio.it). Il 26 gennaio il via ufficiale sarà dato alle 10 con la prima visita guidata, mentre alle 11 (Palazzo Falck – piazza Garibaldi) presentazione pubblica della mostra e del progetto della Campagna Tende con l’intervento di una delle responsabili delle Suore di Carità e di un rappresentante di Fondazione Avsi. Per il Comune di Lecco, che ha cordialmente sostenuto l’iniziativa, sarà presente lo stesso sindaco Virginio Brivio.

Nella serata di sabato 2 febbraio, al salottone di San Giovanni, è poi in programma la Cena di solidarietà di Sant’Agata (riservata alle sole donne – info: patrizia.tavola59@gmail.com): l’esperienza delle Suore di Carità dell’Assunzione, anche grazie all’ausilio di alcuni video, sarà raccontata da suor Pinuccia Gianola, al lavoro tra le Suorine a Torino, Milano e ora Napoli.