Rimpatriata per i ragazzi del 1968. Ospite d’onore la maestra Giulia che si è commossa nel rivedere i suoi ex studenti. Grande serata, venerdì scorso 22 febbraio, al ristorante Tartaruga della frazione.

Una maestra dolce e gentile

L’hanno ritrovata dolce e gentile come un tempo. È così che i “suoi ragazzi” di Novate descrivono la maestra Maria Giulia Albani. Classe 1951, da sempre residente in viale Verdi, ha insegnato per molti anni nella scuola della frazione raggiungendo sempre a piedi il plesso di piazza Vittorio Veneto (oggi sede della Lilt e di Retesalute), talvolta anche con pesanti borse cariche di quaderni e schede.

Grazie maestra Giulia!

Oggi in pensione, tra il 1974 e il 1980 è stata il punto di riferimento per una ventina di giovani novatesi classe 1968. Giovani che a distanza di quasi quarant’anni si sono ritrovati nella serata di venerdì scorso. Niente banchi di scuola. Solo antipasti, primi, secondi, dolci e tante chiacchiere insieme. Nessuna occasione particolare se non la voglia di rivedersi anche solo per una semplice serata in compagnia. E per caso, tra un invito e l’altro, anche la maestra Giulia è stata raggiunta. Immaginabile la sua contentezza nello stare di nuovo in mezzo a tutti quei ragazzi di cui non si è mai dimenticata. Grande commozione al momento del taglio della torta con la scritta «Grazie maestra Giulia!».