Forte Montecchio Nord di Colico ospiterà la seconda, affascinante, rievocazione storica del 2019 dopo quella del primo weekend di giugno. I giorni interessati saranno sabato 20 e domenica 21 luglio dalle 9.30 alle 18, previo acquisto del biglietto.

Forte Montecchio Nord per un salto nel tempo

Una rievocazione sempre diversa, infatti, stavolta, il salto nel tempo è di oltre cento anni. Saranno due intense giornate che permetteranno ai visitatori di entrare realisticamente nell’atmosfera storica di una fortezza pienamente operativa nel corso della Prima Guerra Mondiale; sono previste inoltre, nel corso delle due giornate, esercitazioni a sorpresa e, col solo limite del numero massimo di posti, attività didattiche rivolte ai più piccini, ma non solo.

Sabato 2o in onore dei caduti

Un altro appuntamento è fissato alle 21 di sabato 20 luglio. Durante la serata i rievocatori sfileranno, in piazza Garibaldi, per rendere gli onori ai Caduti colichesi ricordati dal Monumento posto sul lungolago. Le guide qualificate del Museo della Guerra Bianca, poi, descriveranno, sala per sala, le strutture di Forte Montecchio Nord.

Gli ospiti

Gli ospiti della kermesse in grigioverde, ma non solo (saranno presenti anche rievocatori in uniforme britannica, austro-ungarica e tedesca) saranno le associazioni culturali e di rievocazione storica 12th Battallion Durham Light Infantry, il Nucleo Uniformi Storiche della Sezione AnArti Morbegno – Valtellina, il Gruppo Storico 157° Rgt. Fanteria “Brigata Liguria”, il Gruppo Storico-Culturale “I Grigioverdi del Carso”, l’Associazione “Carabinieri Reali del Podgora”, l’Associazione “Caimani del Piave”, l’Associazione Storico-Culturale “La Gavetta” e l’Associazione Storico Culturale “Fronte Orientale”, gruppi provenienti da tutta Italia e dall’estero, che hanno fatto della ricerca storica, unita alla passione per la rievocazione, la propria missione. A queste si unirà in tutta la sua “potenza” di supporto logistico e non solo, la Sezione ANArti Valtellinese guidata dal tenente Emanuele Barini, oltre che con il proprio nucleo uniformi storiche (equipaggiato con le divise di uno dei reparti realmente in servizio al Forte durante la Grande Guerra).

Leggi anche:  La Voce della Terra: gli appuntamenti del fine settimana

Un’esibizione curata nei dettagli

Saranno allestiti a scopo didattico diversi locali del Forte, come l’Ufficio Comando, l’Infermeria, e la Sala Direzione Tiro, oltre agli altri locali ove saranno presenti esposizioni didattiche relative alle peculiarità dei vari gruppi partecipanti con attrezzature tecniche, uniformologiche, reperti storici e simulacri degli armamenti realmente impiegati, dai diversi eserciti, nel corso della Grande Guerra.

I protagonisti

I coordinatori di tutte le associazioni, Marco Mai, Sergio Dall’Alba, Michele Corbelli, Riccardo Ormea, Simone Frigo, Mirko Pagnossin e Marco Agostini, hanno curato con estrema attenzione alla fedeltà storica l’equipaggiamento dei propri rievocatori che, per l’occasione, vestiranno le uniformi di buona parte delle nazioni belligeranti durante la prima Guerra Mondiale. Le associazioni saranno protagoniste della rievocazione con militari della guarnigione composta dalla specialità Artiglieria da Fortezza, della Fanteria, delle Truppe Alpine, della Sanità e dei Regi Carabinieri, della Fanteria del Royal Army e dell’Imperial-Regio Esercito oltre che delle Stoßtruppen dell’Esercito imperiale Tedesco.