Iterfestival, la rassegna letteraria del Consorzio Brianteo Villa Greppi, torna con la terza edizione dal 17 marzo al 14 aprile. Una serie di incontri con autori, letture e laboratori sul tema “impronte”.

Iterfestival ospita grandi scrittori italiani

Tra gli ospiti ci saranno Paolo Rumiz, per presentare il suo nuovissimo libro “Il filo infinito”; Helena Janeczek, parlerà del suo Premio Strega “La ragazza con la Leica”. E ancora, per citarne alcuni, Alessandro Robecchi con un’altra recentissima uscita editoriale (“I tempi nuovi”), Francesca Diotallevi con il suo “Dai tuoi occhi solamente” e Alberto Schiavone, autore di “Dolcissima abitudine”, senza dimenticare gli appuntamenti per bambini e i laboratori dedicati alla lettura.

 

Giornate ricche di eventi

Quattro settimane fitte di eventi, in programma dal 17 marzo al 14 aprile 2019 e raccolti nella terza, attesissima edizione di iterfestival, il festival letterario promosso in Brianza dal Consorzio Brianteo Villa Greppi con la collaborazione di Lo Sciame Libri di Arcore, al quale è stata affidata la direzione artistica. Una kermesse che, come per le passate edizioni, si propone come un percorso lungo sentieri narrativi e che quest’anno ha come tema “impronte”.

 

La lista degli scrittori aumenta

E così, di comune in comune, si farà la conoscenza di scrittori quali, accanto ai già citati, Monique Pistolato, Francesco Casolo e Michele Freppaz, Anna Cerasoli, si parlerà di poesia con Guido Lopardo e Silvia Geroldi, si potrà ammirare la mostra che ai versi di Leopardo unisce le sculture di Matteo Volpati e si farà festa, l’ultimo giorno, nel parco di Villa Greppi (Monticello Brianza), tra letture itineranti, musica e giochi.

“Migliorare l’offerta di cultura”

«Accompagniamo come ogni anno la primavera con il piacere della lettura e dell’incontro con gli autori – commenta Marta Comi, Presidente del Consorzio Brianteo Villa Greppi – orgogliosi della crescita delle proposte letterarie e degli incontri di questa terza edizione di iterfestival. Lavoriamo per far crescere le iniziative del Consorzio Villa Greppi anche attraverso nuove collaborazioni, come quella con Lo Sciame libri di Arcore, perché crediamo che intrecciando le competenze e le capacità e confrontandoci con tutti gli operatori culturali del territorio miglioreremo sempre più la nostra offerta di cultura».

Leggi anche:  Cresce l'attesa per l'arrivo in città del fondatore di Eataly

“Dodici impronte da seguire”

«Lo Sciame Libri di Arcore – interviene Martina Garancini di Lo Sciame – segue per la prima volta la direzione artistica di iterfestival, quest’anno intitolato “Impronte”. Dodici autori per adulti e per bambini, dodici libri che lasceranno un segno nel cuore e nella mente di chi li leggerà, dodici impronte da seguire. Da non perdere l’impronta errante di Rumiz e quella misteriosa di Robecchi, autori di punta di Feltrinelli e Sellerio, l’impronta tra le lenzuola di Schiavone e quella in-visibile della Diotallevi, due giovani autori probabili candidati ai premi Campiello e Strega 2019. La mostra “Lo sguardo altrove” inaugurerà il festival domenica 17 marzo (a Osnago), mentre l’impronta fotografica di Helena Janeczek chiuderà la Grande Festa Finale, ricca di giochi e laboratori per bambini, musica e arte, in programma domenica 14 aprile a Villa Greppi».

Per leggere il programma clicca qui.