La seconda edizione di Iterfestival è ormai in dirittura d’arrivo. Infatti, la rassegna letteraria si concluderà martedì 8 maggio. Quest’ultima settimana costituirà una degna conclusione della manifestazione promossa dal Consorzio Brianteo Villa Greppi in collaborazione con la Libreria Volante di Lecco.

Iterfestival: gli ultimi appuntamenti

I prossimi ed ultimi incontri riprendono il tema portante di questa edizione di Iterfestival, incentrata su “Il bello e le sue forme”. La prima occasione avrà luogo oggi, mercoledì 2 maggio presso la sala civica “Sandro Pertini” di Osnago. Qui l’attore Alessandro Pazzi e la storica dell’arte Simona Bartolena sveleranno un ulteriore legame tra arte e letteratura, nel caso specifico nella persona di Marcel Proust. Infatti, il celebre autore francese si ispirò proprio all’arte durante la stesura del suo capolavoro “Alla ricerca del tempo perduto”. Lo stesso binomio arte-letteratura sarà al centro del secondo storytelling che si terrà venerdì 4 maggio alle ore 21 presso la sala consiliare di Lesmo. La confermata coppia Pazzi-Bartolena si concentrerà questa volta sull’avanguardia del Futurismo e in particolar modo sulla figura di Filippo Tommaso Marinetti, fondatore del movimento che ebbe una grande influenza tanto sull’arte quanto sulla letteratura.

Una chiusura sinfonica

Infine, gli ultimi due appuntamenti saranno lunedì 7 maggio alle 21 presso la sala consiliare di Corezzana e martedì 8 maggio alla sala civica polifunzionale di Briosco. In entrambe le serate il maestro Massimo Mazza, direttore della Scuola di Musica “Antonio Guarnieri”, terrà la conferenza “Un rintocco subacqueo. Poesia e musica nei “Motetti” di Montale”. Obiettivo, scoprire come la musica sia stata fonte di ispirazione per il premio Nobel per la letteratura, ricostruendo la colonna sonora della sua vita.

Leggi anche:  Musica antica: tre giorni di spettacolo e cultura a Lecco