“Vengo con queste due righe per farvi sapere…” è il titolo della mostra inaugurata a Merate, in villa Confalonieri, domenica 4 novembre. L’esposizione è stata curata dall’Associazione d’Arte pura e applicata di Merate con l’ausilio di Cesare Perego e di tanti volontari.

Ricordi personali e famigliari in mostra a Merate

“Giuseppe, fratello di mia nonna, è stato ferito al braccio sinistro. E’ poi morto, con l’arto in cancrena, in un ospedale da campo nella primavera del 1917 – ha spiegato l’assessore alla cultura Federica Gargantini, presente all’inaugurazione – in un cassettone della casa, qualche tempo dopo la sua sepoltura, sono state trovate tre lettere spedite alla famiglia e un piccolo taccuino dal titolo Memorie e impressioni provate durante il tempo che feci in guerra”. La mostra, non a caso, si sofferma su ricordi personali, lettere, scritti, fotografie e annotazioni dal fronte. Piccoli ricordi di un’immane tragedia che ha mietuto vittime anche tra le famiglie meratesi.

Il servizio completo sul Giornale di Merate in edicola da martedì 6 novembre 2018.