Giovedì alle 21 giungerà finalmente il momento tanto atteso e da tempo anticipato. La serata, infatti, vedrà il cardinale Angelo Scola presentare la propria autobiografia, di fronte al pubblico dell’auditorium della Casa dell’Economia di Lecco.

“Ho scommesso sulla libertà”, la parola al cardinale Scola

“Ho scommesso sulla libertà” è il titolo dell’autobiografia che l’arcivescovo emerito di Milano ha scritto insieme al giornalista lecchese Luigi Geninazzi, storico inviato di Avvenire.

Nel libro, edito da Solferino, il cardinale Angelo Scola, nominato vescovo a 49 anni da Giovanni Paolo II, racconta con schiettezza e passione la sua vita, la Chiesa e l’Italia a partire dalla scelta cristiana nell’adolescenza e dalla militanza in Comunione e Liberazione. Nel libro non mancano ricordi personali e collettivi. Su tutti, spiccano quelli legati da un lato al papato di Benedetto XVI, a cui è unito da una intensa amicizia intellettuale, dall’altro a quello di Papa Francesco, definito “un salutare colpo allo stomaco per le Chiese d’Europa”.

A che punto è la Chiesa oggi?

Questa è una delle domande che saranno al cuore dell’incontro di giovedì. Interrogativo pressante e inesausto, a cui oggi in tanti cercano risposta.

Leggi anche:  Ricerca scientifica, l'Europa che funziona

La serata, ricordiamolo, è organizzata da Assocultura Confcommercio Lecco, in collaborazione con il Centro Culturale Alessandro Manzoni e con il sostegno della Camera di Commercio di Lecco, della Casa Editrice Solferino, del Centro San Nicolò, della Libreria Cattaneo e di Leggermente.