Fervono i preparativi per la Grande Sfilata di Carnevale che si terrà domenica 3 marzo organizzata dalla Pro Loco di Cisano Bergamasco. Per i primi dieci carri iscritti ci sarà un rimborso spese di 100 euro se allestiti secondo regolamento.

Grande Sfilata di Carnevale

La Grande Sfilata di Carnevale a Cisano Bergamasco si terrà domenica 3 marzo con ritrovo alle 14.00 in via Dorando Pietri. Partendo poi alle 14.30 carri e mascherine percorreranno poi le vie del paese portando quindi allegria e colore lungo il percorso. Quest’anno la sfilata osserverà le date del rito romano. Essendo che la Pasqua sarà alta è probabile che le mascherine siano graziate da temperature miti.

Un contributo ai carri

I primi dieci carri che si iscriveranno alla sfilata riceveranno un contributo di 100 euro. “E’ un investimento atto a contribuire all’impegno di chi porta avanti le tradizioni” spiega il presidente Pro Loco di Cisano Giuseppe Secomandi. Le iscrizioni dovranno pervenire entro il 23 febbraio inviando una email a eventi@prolococisanobg.it

Le maschere bergamasche

Bergamo ha una tradizione tutta sua in ambito “maschere”. Il personaggio d’eccellenza è sicuramente l’Arlecchino, considerato infatti simbolo della Bergamasca. Vi è addirittura un borgo a lui dedicato in Val Brembana, Oneta. La mascherina simbolo di Bergamo segnò inoltre il debutto da regista dell’attore Giorgio Pasotti con “Io, Arlecchino“. Tuttavia ricordiamo gli amici inseparabili quali Brighella, il Gioppino e la Margì.

Carnevale con rito romano

La festa di Carnevale tuttavia non ha un giorno fisso. Dipende infatti dalla data in cui viene fissata la Pasqua, che cambia di anno in anno. C’è però un preciso criterio per decidere. Per il rito romano l’inizio corrisponde infatti al Giovedì Grasso, mentre l’ultimo giorno di Carnevale è proprio Martedì Grasso. La Settimana Grassa quindi precede il mercoledì delle ceneri: tradizione vuole, specie in passato, che in questi giorni vengano consumati i cibi vietati durante il digiuno della Quaresima. Per il 2019, secondo il rito romano, la settimana di Carnevale inizia il 28 febbraio e termina il 5 marzo. Il 6 marzo sarà infatti il Mercoledì delle Ceneri e determinerà l’inizio della Quaresima.

Leggi anche:  La mostra "Studiando Leonardo" arriva a Paderno

Carnevale Ambrosiano

Nel rito ambrosiano il Carnevale ha inizio la prima domenica successiva al Mercoledì delle Ceneri. La storia del Carnevale Ambrosiano si ricollega direttamente a quella di Sant’Ambrogio, patrono di Milano. L’unico comune della Val San Martino che non segue il rito Ambrosiano è la Città di Pontida. Quest’anno il Carnevale Ambrosiano termina quindi domenica 9 marzo.

Perché questa differenza

Secondo la tradizione infatti Sant’Ambrogio, quando era Vescovo della Città, partì per un pellegrinaggio, assicurando alla popolazione che sarebbe tornato a Milano in tempo per dare inizio alla Quaresima e quindi per Carnevale. Sant’Ambrogio tardò il suo rientro in città, ma gli abitanti decisero di aspettare comunque l’arrivo del Vescovo e quindi il Carnevale venne prolungato e l’inizio della Quaresima spostato di alcuni giorni.

Dolci di Carnevale per tutti

Dopo una bella sfilata per le vie del paese dunque si torna presso la struttura polifunzionale. Ad attendere infatti tutte le mascherine i dolci tipici di carnevale e tanta allegria. Per informazioni e regolamento visitare il sito della Pro Loco di Cisano Bergamasco.