Si è tenuto a Valmadrera, nella serata di venerdì 8 novembre, lo spettacolo “Leopardi e i volti della luna – Fra poesia, scienza e… musica”.

Valmadrera con “Leopardi e i volti della luna”

Nella sala Auditorium “Mauro Panzeri” del Centro Culturale Fatebenefratelli di Valmadrera, si è tenuto lo spettacolo realizzato con l’Associazione Culturale La Semina APS in collaborazione con il Comune di Valmadrera e con il Gruppo Musicale Santa Cecilia.  Nel cinquantesimo dello sbarco sulla luna, si è permesso al pubblico di osservere il nostro satellite con sguardi diversi fra loro.

Le fasi di Leoparti

Dopo la presentazione da parte del sindaco Antonio Rusconi, ha preso parola il presidente de La Semina, l’astrofisico Stefano Covino, che ha introdotto la serata. Di seguito, Maria Teresa Rigato, ha letto e commentato tre componimenti di Leopardi corrispondenti a diverse fasi della sua vita e del suo pensiero, sottolineando l’evolversi del ruolo dell’astro da confidente del poeta a silenzioso testimone del pessimismo cosmico.

Il cammino della luna

Stefano Covino ha proposto tre interventi di carattere scientifico, dai quali è emerso il lungo cammino compiuto dalla luna da oggetto irraggiungibile, simbolo dei grandi interrogativi dell’uomo, ad oggetto scientificamente conoscibile e perfino fisicamente visitabile, senza perdere però il proprio fascino.

Leggi anche:  Cosa fare a Lecco e provincia questo weekend (14–15 DICEMBRE 2019)

Gli interventi musicali

Intermezzi musicali a tema, realizzati da Elena Butti (clarinetto), Leonardo Vassallo (sassofono contralto) e Myrta Dell’Oro (pianoforte digitale), hanno spaziato dalla musica classica a quella moderna riscuotendo l’apprezzamento del pubblico.

Presenti alla serata anche i volontari di Telethon per una vendita di beneficenza.