Il presidente Fiorello Primi soddisfatto della Domenica nel Borgo.

Evento una prima nazionale

La Domenica nel Borgo conquista le famiglie dell’intera Penisola. Domenica 103 borghi di tutta Italia hanno registrato la presenza di centinaia di studenti e migliaia di visitatori.  Guide d’eccezione della giornata  sono stati gli alunni delle scuole locali che , novelli Ciceroni per un giorno, hanno accompagnato i visitatori alla scoperta di Borghi straordinari, custodi non solo di un immenso e suggestivo patrimonio storico, artistico e culturale ma anche di paesaggi incontaminati, di tradizioni affascinanti e del “buon vivere”.

Presidente Primi: una proposta da ripetere

“La Domenica nel Borgo è stato un successo – precisa il presidente dei Borghi più Belli d’Italia Fiorello Primi -. Vogliamo rafforzare il concetto del racconto del borgo attraverso coloro che li abitano. Studiare la storia del proprio paese per i ragazzi è un valore aggiunto e un sistema d’accoglienza davvero innovativo. Per non parlare del processo di diffusione della storia, trasmessa ai genitori e agli amici”. L’edizione 2017 è stato l’anno zero dell’evento, ma nel 2018 la proposta tornerà ancora più arricchita. “Scriveremo a tutti i sindaci per proporre l’iniziativa all’interno del loro piano educativo coinvolgendo direttamente il Ministero della pubblica istruzione. Vorremmo proporre un modello di comunicazione innovativo che passi direttamente dai giovanissimi che coinvolga le bellezze del nostro territorio,  in altre parole  formiamo le guide del domani”.

Leggi anche:  Le lettere per Babbo Natale? Si spediscono alla pista del ghiaccio di Lecco