Dopo il ciclo di opere teatrali sul tema della violenza di genere la Compagnia Stabile di Villa Mariani cambia registro con la commedia «C’è stato un tempo in cui». Lo spettacolo si terrà alle 21 del 15 dicembre all’interno della Villa. È inoltre prevista una replica alle 16 di domenica 16 dicembre.

«C’è stato un tempo in cui»: ironia e giocosità

«Scrivere per il teatro trovo che sia un po’ come giocare con i burattini: tiri i fili delle esistenze di personaggi che, in realtà, non esistono se non sul tuo foglio…». Così si presenta il protagonista di questa commedia inaspettata e di grande ironia giocosa, nella quale si racconta il travaglio dell’autore teatrale, perseguitato dai personaggi che egli stesso ha creato. Tra lui e le sue creature si instaurerà una relazione difficile,  divertente e trascinante in cui i ruoli si ribaltano in continuazione. L’opera vedrà tre protagonisti in scena, che dialogheranno continuamente in uno spettacolo in cui non mancherà la danza (per ricordare che il corpo è strumento fondamentale del sentire e della comunicazione). La direttrice della Compagnia Irene Carossia, Ugo Lorenz e Dario Sicurello saranno gli esilaranti interpreti di questa pièce.

Leggi anche:  Ti parlo di Lecco: visite guidate gratuite in città ECCO COME E QUANDO

La mostra «10 di cuori»

Gli spettatori potranno ammirare anche la  mostra «Madre Terra: 10 di cuori», dove l’arte del Raku di Alessandra Rizzo, artista straordinaria capace di raccontare il femminino antico e profondo nelle sue opere, incontra l’arte fotografica di Luigi Angiolicchio, fotografo teatrale in grado di cogliere l’attimo della verità del corpo, dello sguardo e dell’anima in scena.