Martedì 2 luglio alle 21 in piazza Garibaldi a Lecco il cantante e compositore jazz Anthus inaugurerà la IV edizione del Lecco Jazz Festival: considerato dalla critica spagnola “una delle migliori voci maschili del jazz”, farà immergere il pubblico nel suo jazz contemporaneo con influenze mediterranee, un jazz autobiografico osservato e creato sotto la luce del suo particolare caleidoscopio.

Anthus apre il Lecco Jazz Festival

Anthus, nato in Italia, formatosi in Irlanda ed emerso in Spagna, è stato descritto dalla critica internazionale come “il crooner del jazz mediterraneo”, una voce capace di sorprendere con tutto il suo talento, per una serata indimenticabile. Con il suo terzo lavoro, Calidoscòpic, Anthus dà vita alla sua opera più autobiografica, un disco caratterizzato da un eclettismo creativo che lo porta a combinare jazz contemporaneo con sonorità mediterranee con altri stili diversi. Il risultato è un mondo di melodie personali ed originali che colpiscono immediatamente.
I media spagnoli lo definiscono come “il disco più originale del jazz nazionale degli ultimi anni”; “Calidoscòpic” ha ricevuto la nomination ai “Premi Enderrock”, tra i più prestigiosi a livello musicale spagnolo, come “Miglior disco dell’anno” e Anthus come “Miglior artista rivelazione”.Calidoscòpic si compone di dieci canzoni che svelano l’artista in tutte le sue sfaccettature, mostrando una personalità eclettica, poliedrica, marcata da una forte vocazione innovatrice.

Leggi anche:  Martedì sera a Lecco largo alla Luna con la “Notte d’Argento”

Questa “prima lombarda” va ad aggiungersi al suo debutto nei migliori festival jazz della Spagna, come il 46º Festival Internazionale del Jazz di Barcellona, il 37º Jazz Festival di Terrassa, il 16º Festival internazionale di Talavera, il 7° Jazz Festival di Girona, e nel nostro paese con la 38ª edizione del Roccella Jazz Festival e il Catania Jazz Festival 2019.