Un pomeriggio diverso dal solito per i sodali di Anteas Merate. Giovedì scorso una folta comitiva del sodalizio ha infatti raggiunto il Santuario della Madonna della Rocchetta di Porto D’Adda.

Anteas Merate in gita

La gita, organizzata in accordo col custode della Rocchetta, Fiorenzo Mandelli, ha visto il gruppo in cammino dal Cimitero di Porto sino all’Alzaia, la strada che costeggia il fiume. Quindi tutti sono saliti, chi con più chi con meno agilità, in cima al colle dove si trova la chiesina.  Dopo una calda accoglienza da parte di Fiorenzo, i pellegrini hanno visitato i vari luoghi del Santuario e ascoltato le notizie storiche e gli aneddoti sulla chiesina, parte del Cammino di Sant’Agostino. Non sono mancate storie sulla vita dei monaci, sui reperti archeologici, sul legame di Leonardo con questi luoghi e riguardo all’importanza del ponte di Paderno, capolavoro ingegneristico. Il pomeriggio si è concluso con una piacevole merenda al Ristoro Stallazzo, gestito dalla Cooperativa Solleva. ma anche con una visita alla mostra fotografica di Giovanni Gargantini.

Leggi anche:  Silea porte aperte per una giornata dedicata all'ecologia e alla sostenibilità

I partecipanti

I partecipanti del gruppo “Anteas” alla visita erano Carla Colombo, Renzo Fumagalli, Giuseppe Crippa, Paolo Corneo, Giuseppe Redaelli, Luigi Panzeri, Gianfranco Panzeri, Fiorano Fumagalli, Elena Ferrario, Rachele Pennati, Renata Motta, Santina Orioli, Dora Marinelli, Teresa Carzaniga, Antonia Longoni, Enrica Colombo, Raffaella Sottocornola e Ivana Riva.