50 anni di satira lecchese in un libro da non perdere.  “Addio, ponti sorgenti dall’acque…”  e non monti, si badi bene: è questo il titolo del volume realizzato da Germano Campione, volto storico del giornalismo lecchese, che verrà presentato oggi,  giovedì 24 gennaio 2019 dalle 18 al Lotto Cinque Coworking di via Strecciola 5 a Malgrate.

“Addio, ponti sorgenti dall’acque…”

“La pubblicazione, un libretto formato 20×20 cm, di 66 pagine con progetto grafico di Studio Light, comincia proprio dal 1968, anno di nascita del “Lecch Gaina” e propone anno dopo anno una carrellata di folgorazioni satiriche che commentano con il sorriso sulle labbra dieci lustri di vicende lecchesi” si legge nella presentazione del “vernissage” del libto. “Molti i personaggi noti (locali e non) presi di mira o soltanto citati, tutti elencati alla fine in ordine alfabetico. Alla ribalta però anche la gente comune”.

50 anni di satira lecchese

L’autore stesso  afferma nell’introduzione di aver fatto una selezione drastica tra tantissimo materiale a sua disposizione, pubblicato in molti anni su vari giornali e periodici o proposto in tv, precisando che “meno è meglio”. “La raccolta infatti si legge tutta d’un fiato, ma c’è poi il piacere di soffermarsi su qualche spunto in particolare, per ricordare per esempio la prima vigilessa a Lecco nel 1978, la nube radioattiva giunta da Chernobyl nella zona lecchese nel 1986, il primo prefetto di Lecco nel 1995, il grande Roberto Donadoni allenatore del Lecco nel 2001, il vincitore lecchese del primo premio della Lotteria Italia nel 2012 e tanti altri piccoli e grandi eventi, pagine di cronaca quotidiana: il tutto visto attraverso il filtro dell’ironia”.

Leggi anche:  Turismo a Lecco, com’è lo stato di salute? Il parere del presidente Turismo Confindustria

Chi è Germano Campione

Germano Campione, giornalista, è sulla breccia a Lecco da oltre 50 anni. Attivo sulla carta stampata, in radio e in televisione, l’autore è riuscito ad “infilare” satira dappertutto; è stato nel 1975 tra i fondatori di Tvradiolecco e dal 1968 al 2001 direttore del periodico umoristico “El Lecch Gaina”.