Un week end davvero spettacolare a Olginate: tra accensione dell’albero e mercatino natalizio in paese si è respirata a pieni polmoni l’aria di festa.

Accensione dell’albero

Come annunciato l’evento clou della giornata di sabato è andato in scena a Capiate dove in tanti hanno assistito alla accensione dell’albero. L’appuntamento, che  ha anticipato l’apertura dell’isola di Babbo Natale,  un villaggio natalizio con giochi, laboratori e sorprese per i bambini da 3 a 99 anni che aprirà i battenti questo week end, è stato promosso da Isola della Stupidera e il gruppo Adda degli Alpini di Olginate, con il supporto dell’amministrazione comunale di Olginate.

L’accensione dell’albero era un momento che attendevamo tutti con tanto fremito, grandi e piccini – sottolinea Alessandra Maggi responsabile dell’ associazione L’isola della stupidera – Aver addobbato lo spaZZio, aver pensato ai desideri da chiudere nella palline da appendere al nostro albero e aver pensato a come sarebbe stato il momento in cui tutto prendeva luce, hanno reso quell’attimo davvero straordinario. Un tuffo al cuore.  Lo spettacolo più bello è stato vedere il riflesso di quelle luci negli occhi di chi ci ha accompagnato e ci accompagna, anche nella discrezione e nel silenzio. Sapere di aver dedicato un tempo e uno spaZZio buono in questo tempo speciale d’attesa, ci fa sentire davvero felici e pieni. I nostri amici Alpini e le altre associazioni che hanno scelto di tenerci nello sguardo, sono il motore del nostro fare e del nostro sentirci sempre spinti e chiamati a non fermarci. È proprio il caso di dire: “Oh, albero! Oh, vita!” Adesso attendiamo tutti a vivere la nostra isola di Babbo Natale dal 15 al 22 dicembre, che si concluderà con l’arrivo proprio di Babbo Natale!

Leggi anche:  Iscriviti all'Aido e... passi i 100 anni!

 Ieri il  mercatino di Natale in centro

Ieri invece il tradizionale mercatino di Natale promosso da Comune di Olginate e Pro Loco, con la collaborazione di Protezione Civile, Associazione Nazionale Carabinieri, Rivivi Santa Maria, Alpini, Amici dei Stall de Sot, trattoria Cantù, associazione Olginate cambia e Auser, ha fatto il pieno in centro storico.

 

Caldarroste, vin brulè, shopping e una impareggiabile colonna sonora, quella dei canti natalizi dei ragazzi della scuola secondaria di primo grado di Olginate: questi gli ingredienti di un successo praticamente assicurato.