Uccide il gatto del vicino e, a distanza di qualche giorno, subisce il blitz di Fronte Animalista. E’ accaduto nel tardo pomeriggio di sabato scorso.

Uccide il gatto, affrontato dagli ambientalisti

«Assassino, vieni fuori! Uccidere è un reato!». Hanno usato termini forti, i militanti del Fronte Animalista che sabato scorso hanno manifestato a poche decine di metri dalla casa di Calusco d’Adda del 47enne che, una settimana prima, aveva ucciso il gatto del vicino a colpi di fucile. I manifestanti hanno sfilato in corteo per diverse vie del paese con megafoni e bandiere, partendo intorno alle 19 dalla chiesa parrocchiale e arrivando poco dopo nei pressi di via Pietro Mascagni, dove si è consumato il fatto.

L’articolo completo sul Giornale di Merate in edicola da martedì 6 agosto e per tutta la settimana