Si è sentito male dopo aver alzato troppo il gomito ed è stato necessario l’intervento dei sanitari per aiutarlo. Un uomo di 40 anni è stato colto nella tarda serata di ieri da un malore causato da troppo alcol.

Troppo alcol

E’ successo poco prima delle 23, in pieno centro, a pochi passi dalla chiesa parrocchiale. Sul posto sono intervenuti i volontari della Croce Rossa di Lecco. Il 40enne, che presentava i sintomi di una intossicazione etilica, è stato portato all’ospedale Manzoni per le cure del caso in codice verde.

Ma cosa è una intossicazione etilica

Parliamo sempre più spesso di intossicazioni etiliche ma di cosa si tratta esattamente? L’intossicazione da alcol si presenta in seguito all’ingestione di un’importante quantità di alcol in un tempo limitato. L’intossicazione da alcol può presentarsi in forma lieve e si risolve in mal di testa, nausea e inappetenza il giorno successivo, ma può anche degenerare e richiedere l’intervento di personale sanitario qualificato.In una prima fase l’intossicazione da alcol si caratterizza per uno stato di esaltazione o eccessiva euforia e si manifesta con i seguenti sintomi:

  • Odore alcolico del respiro
  • Rossore al viso
  • Occhi lucidi
  • Polso e respiro aumentati di frequenza
  • Perdita dei freni inibitori
  • Logorrea
  • Agitazione psicomotoria
  • Nausea e vomito

 

Alla fase di esaltazione segue uno stadio di depressione con:

  • Difficoltà a mantenere l’equilibrio
  • Balbettio
  • Ipotermia
  • Nei casi più gravi, paralisi respiratoria e rischio di coma

 

Cosa fare in caso di intossicazione da alcol?

Se le funzioni vitali non sono compromesse è consigliabile tenere la persona ubriaca sotto osservazione, offrirgli eventualmente qualcosa di leggero da mangiare (se non è presente vomito) e tenerla al caldo.

In caso di vomito è bene mettere il paziente in posizione laterale, evitando così l’accidentale inalazione del vomito e il rischio di soffocamento.

Leggi anche:  Scontro tra due auto: bus bloccati e studenti in strada

Nei casi più gravi bisogna recarsi in un pronto soccorso o chiamare un’ambulanza.

È importante fornire ai soccorsi le seguenti informazioni:

  • Quale bevanda alcolica è stata assunta, in quale quantità e in quale lasso di tempo.
  • Se l’assunzione è avvenuta a stomaco vuoto o pieno.
  • Se il paziente soffre di patologie specifiche, soprattutto malattie epatiche o metaboliche.
  • Se sono stati assunti anche farmaci o droghe.

Vista la mancanza di lucidità della persona ubriaca è importante non perderla mai di vista e prestare attenzione che non faccia del male a sé e agli altri.

Cosa non fare in caso di intossicazione da alcol?

È consigliabile evitare che il soggetto consumi alimenti zuccherati, questi infatti possono aumentare la gradazione alcolica. In caso di vomito è bene mettere il paziente in posizione laterale, evitando così l’accidentale inalazione del vomito e il rischio di soffocamento. Nei casi più gravi bisogna recarsi in un pronto soccorso o chiamare un’ambulanza.

 

È importante fornire ai soccorsi le seguenti informazioni:

  • Quale bevanda alcolica è stata assunta, in quale quantità e in quale lasso di tempo.
  • Se l’assunzione è avvenuta a stomaco vuoto o pieno.
  • Se il paziente soffre di patologie specifiche, soprattutto malattie epatiche o metaboliche.
  • Se sono stati assunti anche farmaci o droghe.

Vista la mancanza di lucidità della persona ubriaca è importante non perderla mai di vista e prestare attenzione che non faccia del male a sé e agli altri.

Cosa non fare in caso di intossicazione da alcol?

È consigliabile evitare che il soggetto consumi alimenti zuccherati, questi infatti possono aumentare la gradazione alcolica.