Si allunga drammaticamente la lista dei danni provocati dal nubifragio e dalle violentissime raffiche di vento che questa notte e nella prima mattinata di oggi hanno imperversato sul territorio. Oltre agli allagamenti e alle piante pericolanti nel lecchese una “tromba d’aria” ha letteralmente scoperchiato il tetto dell’oratorio Paolo VI di Barzanò.

LEGGI ANCHE

Allagamenti e piante pericolanti: super lavoro dei Vigili del Fuoco di Lecco

Allerta meteo: scatta il codice arancione per il vento forte

“Tromba d’aria” scoperchia il tetto dell’oratorio

I danni sono purtroppo estremamente ingenti: la struttura è inagibile e lo rimarrò  fino a che non verrà messa in sicurezza. Sino già state spostate tutte le attività legate  all’attività parrocchiale e anche quelle delle diverse società sportive che gravitano intorno all’oratorio e usufruiscono della struttura. Fortunatamente le parti di tetto scoperchiate sono finite in un campo adiacente all’oratorio e non in strada o su mezzi parcheggiati o in transito.

Sempre a Barzanò, a causa del maltempo si è verificato un black out. I residenti della frazione di San Feriolo sono rimasti senza corrente a lungo.

Leggi anche:  Traffico illecito di rifiuti a Lecco: "Business gestito dalla criminalità organizzata"