Una comunità sotto shock, quella di Terno d’Isola, per il ritrovamento avvenuto questa mattina di una mamma e del figlio disabile privi di vita. La tragedia, avvenuta pare già domenica, è accaduta in seguito a un ictus che ha colpito Felicita Carminati, 71 anni: il figlio Thomas Arrigoni, 44 anni, disabile sin dalla nascita e attaccato alla bombola dell’ossigeno per respirare, è morto a sua volta quando il dispositivo di alimentazione si è esaurito nelle ore successive.

La tragedia di Terno d’Isola

La tragedia, avvenuta in una villetta al civico 26 di via Casolini, a poche decine di metri dal municipio di Terno d’Isola, ha sconvolto il paese. Felicita Carminati, stando a quanto raccontano i residenti, ha dedicato la sua intera vita al figlio Thomas, disabile sin dalla nascita ma che fino a qualche tempo fa riusciva anche a frequentare alcuni luoghi di aggregazione in paese. La loro vita negli ultimi tempi era invece piuttosto riservata. “Hanno vissuto insieme, sono morti insieme” ha commentato, commossa, una parente nella mattinata di oggi, martedì, quando sono stati rinvenuti i corpi esanimi di madre e figlio.

Leggi anche:  Sulle orme del Papa buono tra arte, fede e paesaggi mozzafiato VIDEO
L’abitazione di via Casolini

Giovedì il funerale

Ad accorgersi che qualcosa non andava è stato il fisioterapista che era solito recarsi nella villetta per aiutare il 44enne disabile nella riabilitazione muscolare. Non ricevendo risposta, preoccupato, si è avvicinato a una delle finestre chiuse e dalle persiane ha intravisto i due corpi. Avvertiti immediatamente, Vigili del fuoco e Carabinieri della stazione di Calusco si sono recati sul posto. Inutili i tentativi di soccorso, Felicita Carminati e il figlio Thomas Arrigoni era morti da tempo, probabilmente già da due giorni. Il funerale è stato fissato per giovedì mattina alle 10 nella chiesa parrocchiale di Terno.