Avrebbe violentato più volte la moglie assieme a degli amici. In manette un 40enne colichese.

Stupro di gruppo

Avrebbe fatto violentare la moglie da cui si stava separando partecipando agli abusi e in più occasioni si sarebbe accanito anche sul bimbo più piccolo picchiandolo. Accuse pesantissime quelle che hanno portato in carcere un professionista quarantenne incensurato di Colico.

Sconvolto il paese

L’uomo, che lavora sule piattaforme petrolifere, è spesso assente da casa ma è molto conosciuto in paese, tanto che ancora serpeggia l’incredulità. A dare il via all’inchiesta la denuncia dettagliata della moglie, costretta a subire in più occasioni le violenze del marito e dei suoi amici. Insieme al quarantenne risulterebbero infatti indagate anche altre persone.

Le manette

La sua testimonianza, insieme ai riscontri raccolti dai militari, hanno spinto gli inquirenti a emettere la misura cautelare. Il professionista al momento si trova in carcere a Pescarenico, sorvegliato per evitare che gli altri detenuti possano aggredirlo.