AGGIORNAMENTO DELLE 15.10: Anas ha riaperto al traffico la statale 36 “del Lago di Como e dello Spluga” nel tratto compreso tra Bellano e Colico in seguito al distacco di materiale dalla pendice prospiciente la canna nord (direzione Colico) della galleria ‘Dervio’, nel territorio comunale di Bellano.

L’evento franoso, avvenuto nella serata di ieri, non ha interessato la carreggiata poiché il materiale si è arrestato sulla struttura paramassi in corrispondenza dell’imbocco nord della galleria. Nelle prime ore della mattina, con il ripristino delle necessarie condizioni di luce, Anas ha avviato l’ispezione della pendice, anche tramite l’utilizzo di un drone, e il disgaggio del versante che è stato effettuato dai rocciatori e dalle squadre specializzate dei Vigili del Fuoco.

 

Ultimate le operazioni di messa in sicurezza del versante, i tecnici Anas hanno riaperto al traffico la carreggiata nord tra Bellano e Colico.

Statale 36 chiusa sul Lago per caduta massi. Il provvedimento è scattato nella tarda serata di ieri, domenica 31 marzo 2019 e riguarda la carreggiata Nord, quindi in direzione Sondrio, nel tratto tra Bellano e Colico.

Statale 36 chiusa sul Lago per caduta massi

ANAS ha predisposto la chiusura della SS36 tra gli svincoli di Bellano e Colico per verifiche a seguito di caduta sassi sul viadotto del Fiume Varrone nel Comune di Dervio. Informata sala operativa regionale protezione civile.

Lo smottamento è avvenuto ieri sera. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco: dalla Centrale operativa sono state inviate le squadre del Distaccamento volontario di Bellano con un’autopompaserbatoio e di Piazza Bione con un’autoscala e la fotoelettrica.  Fortunatamente nessuno è rimasto ferito.

Leggi anche:  Molestano i viaggiatori sul treno, uno dei tre tenta di fuggire e picchia gli agenti: arrestato

Dalle verifiche effettuate è emerso che il materiale roccioso, superando le reti e la volta paramassi, è caduto sulla carreggiata. A causa delle precarie condizioni di visibilità notturna, visto che la zona è impervia per poter effettuare nelle ore notturne sopralluoghi accurati, l’ANAS ha deciso di chiudere la carreggiata in direzione nord della SS36, rinviando le ulteriori verifiche ed approfondimenti tecnici alla giornata odierna.

Intervento anche sulla 72

Ma non è finita qui perchè successivamente, all’1.45 del 1 aprile la Polstrada ha segnalato un distacco di materiale lapideo e roccia da una parete prospiciente la SP 72, in località Garavina, nel comune di Dorio. E’ stata inviata tempestivamente un squadra dal Distaccamento di Bellano che, con ausilio dell’autoscala inviata dalla sede centrale, ha provveduto alla bonifica della parete coinvolta consentendo il ripristino della viabilità sulla SP 72 in entrambe le direzioni.

Tecnici al lavoro

Fino a nuova comunicazione traffico per direzione Valtellina dirottato sulla S.P. 72 a Lago. Al momento tecnici e rocciatori sono al lavoro. La speranza è quella di ripristinare la viabilità entro la giornata di oggi.

 

Saranno possibili rallentamenti e code in centro Bellano e in direzione nord.

 

Al momento si registrano incolonnamenti da Bonzeno in direzione Bellano.