Simone Pederzoli, ragazzo di 20 anni residente a Verderio, è morto la notte di Capodanno per un arresto cardiaco.

Simone Pederzoli, una vita spezzata a soli 20 anni

Simone Pederzoli stava trascorrendo la notte di Capodanno a Lisbona insieme alla fidanzata. Erano circa le tre di notte, quando all’improvviso è stato colto da un malore, forse legato ad un problema cardiaco che gli avrebbe causato un arresto. Pare che in un primo momento il giovane sia stato portato all’ospedale più vicino, ma che poco dopo sia stato trasferito in una struttura più attrezzata. A quel punto, però, era ormai troppo tardi.

Abitava a Verderio con i genitori ed era tifoso del Milan

Simone Pederzoli, 20 anni, ha frequentato per un anno l’Istituto Viganò e poi si è spostato al Clerici, concludendo però gli studi a Vimercate. Da qualche tempo, invece, lavorava. Era inoltre un grande tifoso del Milan e abitava a Verderio insieme a mamma Sonia e a papà Roberto.  Appena venuti a conoscenza della tragedia, i genitori hanno preso un aereo per Lisbona insieme ad uno zio, fratello del padre, e al momento sono alle prese con le pratiche per il rimpatrio della salma.

Leggi anche:  Scialpinista lecchese salvo per miracolo in Alta Vallespluga
Simone Pederzoli, 20 anni e di Verderio

La vicinanza alla famiglia della lista comunale “Impegno e amore per Verderio”

La mamma di Simone, Sonia Signorelli, si era candidata come consigliere comunale alle elezioni passate con la lista civica “Impegno e amore per Verderio”. E proprio qualche ora fa il suo gruppo ha espresso vicinanza alla famiglia del giovane con un post sulla propria pagina Facebook: “Il gruppo della lista civica Impegno e amore per Verderio – si legge nel post – si stringe al dolore della famiglia Pederzoli/Signorelli per la perdita di Simone Pederzoli, figlio della candidata consigliere Sonia Signorelli”.