Si suicida dopo la rapina gettandosi dalla finestra. Il gesto estremo è stato compiuto da un 23enne a San Donato Milanese.

Si suicida dopo la rapina

Ha detto ai genitori “vi voglio bene”, poi si è lanciato nel vuoto, buttandosi dalla finestra della casa dove abitava con la madre e il padre, in via Alcide De Gasperi a San Donato Milanese, in provincia di Milano.

Il colpo nel pomeriggio

La vittima è un 23enne che si è suicidato poco dopo le 22.30 di ieri sera, lunedì 25 febbraio. I contorni della vicenda sono ancora poco chiari: il ragazzo non aveva dato alcun segnale di malessere, tuttavia poche ore prima di togliersi la vita, come scrive il GiornalediNavigli.it, era stato rapinato da un 25enne marocchino che gli aveva spruzzato negli occhi lo spray al peperoncino per poi strappargli una collanina.

Il dramma poco dopo le 22,30 di ieri sera

Il 23enne aveva sporto denuncia insieme al padre e i carabinieri di San Donato erano riusciti a individuare il responsabile grazie alla testimonianza del giovane. Poche ore dopo, il drammatico evento: ha detto le ultime parole d’affetto ai genitori e si è tolto la vita. Le forze dell’ordine indagano ora per capire se i due episodi possano essere collegati o la conseguenza l’uno dell’altro.

Leggi anche:  Pescatore salvato dalla piena dell’Adda, l’intervento dei soccorsi su Instagram