Si accampa e defeca in sala operatoria: caos al Manzoni, interventi rimandati. Un vicenda che ha davvero dell’incredibile quella avvenuta nei giorni scorsi nell’ospedale cittadino.

Caos al Manzoni

Giovedì scorso tutti gli interventi previsti hanno dovuto essere rinviati di tre ore per dare modo al personale specializzato  di disinfettate una sala nel blocco operatori e anche gli strumenti chirurgici. Perchè? Per colpa di un uomo di 38 anni con problemi di tossicodipendenza che dopo essersi presentato al Pronto Soccorso ha pensato bene di andare a dormire in una sala operatoria. Non solo, ma non si è limitato a schiacciare un pisolino, ma ha insozzato la stanza sterile con i suoi bisogni. L’uomo è stato denunciato per imbrattamento, danneggiamento e pure per interruzione di pubblico servizio visto le gravi conseguenze causate dal suo gesto.

L’assurdo precedente

Non è la prima volta che l’ospedale di Lecco diventa teatro di “accampamenti” quanto meno surreali. A giugno aveva creato non poco scalpore la notizia che un pluripregiudicato e sorvegliato speciale senza fissa dimora avesse eletto come domicilio il Manzoni che ogni notte offre un tetto a decine di clochard.

Leggi anche:  Reddito di cittadinanza: a Lecco sarebbero in pochi a riceverlo TUTTI I DATI

 

Tutti i particolari sul Giornale di Lecco in edicola da oggi, lunedì 15 ottobre. Da pc clicca qui per la versione sfogliabile, mentre sul tuo cellulare cerca e scarica la app“Giornale di Lecco” dallo store

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Lecco Merate Eventi & News

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale di Lecco: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!