Pretendeva di viaggiare sull’autobus senza aver pagato il biglietto. E quando i controllori a bordo lo hanno beccato invitandolo a scendere è andato in escandescenze colpendone uno violentemente al volto. E’ successo poco dopo le 17 di quest’oggi su un mezzo del servizio di trasporto pubblico urbano.

Clandestino sul bus

Il tafferuglio si è consumato alla pensilina di piazza Manzoni che dà le spalle alla Chiesa della Vittoria. Qui il bus si era fermato per far scendere il passeggero “clandestino”, un giovane straniero. A scoprirlo senza regolare titolo di viaggio erano stati poco prima i vigilantes del servizio di sicurezza disposto da Linee Lecco, la società che gestisce buona parte delle linee del trasporto pubblico urbano. “Si tratta di guardie giurate. La loro presenza sui mezzi è intensificata nel mesi da settembre a giugno, quando c’è maggiore utenza, quindi maggior esigenza di garantire la sicurezza dei passeggeri. Ma anche limitare il fenomeno dell’abusivismo” spiega il presidente Mauro Frigerio.

Leggi anche:  Disperso sul Moregallo: riprese le ricerche di Matteo Sponza

In escandescenze

Fatto sta che il passeggero senza biglietto, quando è stato invitato a scendere, non l’ha presa bene. La sua reazione è stata aggressiva. Uno dei due vigilantens, nella colluttazione, è rimasto ferito al volto. Immediatamente chiamati a supporto i Carabinieri. Sul posto, oltre ai militari, sono arrivati anche i sanitari con un’autoambulanza della Croce Rossa di Lecco.  La guardia giurata, di 39 anni, è stata portata in codice giallo all’ospedale Manzoni  di Lecco.