Tre arresti nelle ultime 24 ore per i carabinieri della Compagnia di Treviglio. Le manette sono scattate in seguito alle sentenze di condanna diventate irrevocabili dopo anni di giudizio.

 

Condanne dopo anni di giudizio

Gli Uffici Esecuzione Penali della Procura della Repubblica di Bergamo e di Monza hanno rispettivamente emesso degli ordini di esecuzione nei confronti di tre soggetti, per i quali – dopo anni di giudizio – è arrivata finalmente la definizione del procedimento penale, con il passaggio in giudicato delle sentenze di condanna. Uno degli interessati è andato in carcere, gli altri due invece sono stati sottoposti a detenzione domiciliare.

A Romano di Lombardia

I carabinieri della stazione di Romano hanno arrestato e tradotto in carcere a Bergamo un marocchino pregiudicato 34enne, irregolare sul territorio. Il 34enne dovrà scontare un anno circa di reclusione, oltre al pagamento di duemila euro di multa, per fatti di droga che l’hanno visto coinvolto, nel 2011, nell’ambito della provincia di Bergamo.

Leggi anche:  Atto vandalico alla Festa della Lega, minacce e scritte ingiuriose contro Salvini

A Dalmine

I carabinieri della stazione di Dalmine, invece,  hanno arrestato e ristretto in regime di detenzione domiciliare un 48enne italiano residente a Dalmine. L’uomo dovrà scontare una condanna di sei mesi per evasione, risalente addirittura al 2007.

A Capriate San Gervasio

I carabinieri della stazione di Capriate, infine, hanno arrestato e ristretto in regime di detenzione domiciliare un 43enne italiano attualmente domiciliato nella Bassa Bergamasca. L’uomo dovrà scontare circa tre mesi di reclusione, per reati vari, commessi negli anni precedenti in provincia di Milano, oltre al pagamento di una multa di alcune centinaia di euro.