Due ore di sciopero Regina Catene di Olginate e di Cernusco Lombardone. I lavoratori hanno deciso di proclamare uno sciopero lavorativo di due ore alla fine di ogni turno nella giornata di oggi, giovedì 17 ottobre.

I motivi dello sciopero in Regina

“Da tempo, ma sopratutto in questi mesi in Regina, si è assistito da parte dell’azienda a un massiccio utilizzo di contestazioni disciplinari nei confronti di diversi lavoratori, che hanno portato in molti casi a sospensioni e licenziamenti. Sono inaccettabili le conseguenze che hanno subito i lavoratori coinvolti, come è inaccettabile il clima intimidatorio che vige in azienda e che vivono tutti i lavoratori – si legge nel comunicato della Fiom e della Fim sulla situazione alla Regina Catene – Denunciamo inoltre, mancanza di un reale confronto di merito su il coinvolgimento della R.S.U e R.L.S sulle varie tematiche tra cui: gestione cassa integrazione, problematiche organizzative e mancanza di risposte sul tema sicurezza che puntualmente le R.L.S segnalano all’azienda. Chiediamo rispetto per le lavoratrici e i lavoratori e vere relazioni sindacali per discutere e trovare soluzioni alle tante problematiche presenti in azienda”.

Leggi anche:  Doppio grave incidente sul lavoro: un 31enne e un 51enne in ospedale in condizioni serie

I sindacalisti: “Clima intimidatorio”

“Mancano risposte alle domande sul tema della sicurezza, puntualmente segnalate all’azienda dalle Rsu, ci sono problematiche organizzative e da qualche mese l’azienda sta usando contestazioni disciplinari nei confronti dei lavoratori, andando a creare un clima al limite dell’intimidatorio – ha precisano la sindacalista Lorena Silva della Tim Monza Brianza Lecco, che sta seguendo la situazione in Regina insieme al collega Antonio Guzzi della Fiom Lecco – Non c’è nessun presidio al momento, ma solo due ore di sciopero. Se la situazione non cambierà, penseremo ad altre azioni da portare avanti insieme ai lavoratori”.