E’ ormai virale il video dei due ragazzi che a Monticello si schiantano a 160 km all’ora contro una rotonda e filmano le loro gesta divulgandole poi sui social network. Come ogni fenomeno virale, anche questo non è rimasto senza emulazione sui social.

Emulazione social dopo lo schianto

Nei giorni scorsi è infatti apparso un profilo Instagram che ha condiviso le foto e il video dello schianto alla rotonda di Casirago, nel territorio di Monticello. Il titolare dell’account ha dichiarato di essere il responsabile dell’incidente, il giovane alla guida dell’auto lanciata a folle velocità sulla Provinciale “La Santa”, arrivando persino ad incitare i suoi follower ad emularlo. “Mandatemi video di voi in auto che mi imitate” si legge sulla bacheca social, della quale non sono però note le generalità. Non si sa quindi se si tratti davvero del giovane alla guida dell’auto che si è schiantata alla rotonda o forse di un mitomane che sta cercando di cavalcare il fenomeno virale. Le foto dell’auto infatti, non corrisponderebbero a quelle dell’Alfa Giulia schiantatasi a Monticello e anche lo sfondo delle fotografie sarebbe diverso.

Leggi anche:  Bimbo rapito in Siria: la Regione approva mozione per sollecitare il ritorno in Italia del piccolo Alvin

La condanna sui social

Tra i primi ad intercettare il profilo e le storie che incitano all’emulazione e una guida pericolosa, anche la nota influencer Camihawke, che spesso sul suo profilo Instagram condanna comportamenti poco consoni al volante, in primis l’utilizzo del cellulare. La blogger ha invitato i suoi follower a segnalare i contenuti condivisi dal profilo incriminato, denunciando anche la creazione di una raccolta fondi lanciata dal profilo aperto da chi si spaccia per il guidatore dell’Alfa Giulia. Un tentativo di racimolare soldi per l’acquisto di una nuova auto, con tanto di link Paypal in bella mostra, nella speranza di truffare qualche sprovveduto follower. Cami Hawke e i suoi fan hanno denunciato in massa il profilo, ma stando alle risposte di Instagram, “l’account non viola le linee guida della community”. Nel frattempo le foto e i video del mitomane hanno ricevuto decine e decine di commenti negativi che, si spera, possano portare alla chiusura di un profilo che incita gli automobilisti a comportamenti pericolosi per sé stessi e per gli altri.

Le storie condivise dall’influncer Cami Hawke per denunciare il profilo