Rimbalzato tra ospedali muore a 45 anni. Se ne è andato nel sonno all’età di 45 anni, dopo una vita dedicata al lavoro e alla famiglia. A trovare Claudio Fontana, sul divano, privo di vita – ancora avvolto nella coperta che la madre amorevolmente gli aveva steso sul corpo la sera prima – è stato il padre Ambrogio, noto sacrestano della chiesa della Vittoria di Lecco. Nonostante la tempestività dei soccorsi ,per Claudio non c’è stato nulla da fare. Nativo di Lecco, il 45enne non era sposato e viveva a Pescate.

Rimbalzato tra ospedali

“Negli ultimi anni era in sovrappeso, è arrivato a pesare 180 chili e aveva deciso di sottoporsi all’intervento di riduzione dello stomaco. Contestualmente però aveva anche un’ernia che non era stata operata”. Per l’uomo, che in un primo tempo aveva forse sottovalutato la situazione, un “pellegrinaggio” tra diversi ospedali, a partire da quello di Lecco e di Monza. Era stato visitato anche alla clinica Mangioni di Lecco, ma la struttura non aveva un lettino adatto al sui peso. Quindi recentemente una nuova visita a Monza e un appuntamento fissato tra poche settimane per un colloqui con un chirurgo. Ma il 45enne si è spento prima.

Tutti i ricordi e la commozione per la scomparsa di Claudio Fontana sul Giornale di Lecco in edicola dal 5 marzo.