Ragazzino spintona anziana: individuato il baby incivile. Succede a Ballabio dove in merito alla vicenda, “venuta a galla attraverso” una segnalazione nel locale gruppo facebook, è intervenuta anche il sindaco Alessandra Consonni.

LEGGI ANCHE Minacciano e rapinano due ragazzini, due arresti e due denunce

Ragazzino spintona anziana

Ma andiamo con ordine. Tutto, come detto parte da una segnalazione apparsa sul più noto dei social network.  “A Ballabio c’è un gruppetto di ragazzi (14/15enni) che credono di essere in un videogioco dove tutto è lecito e permesso” si legge nel post. “Questi DELINQUENTI ieri sera (10 gennaio 2020) hanno cercato di far cadere un’anziana nel tratto di Via Mazzini tra la Deutsche Bank e la Via Pellico. Prima le hanno messo davanti un ramo spezzato delle vicine piante e poi hanno cercato di spingerla da dietro le spalle. Fortunatamente è riuscita ad aggrapparsi alla recinzione e non è caduta. Ha cercato di capire il motivo di tanta cattiveria ma poi ha pensato bene di allontanarsi”.

La polemica

Fin qui la descrizione di quanto accaduto, ma la vicenda, secondo l’autore del post, sarebbe andata oltre. 

“Questa mattina è andata dai vigili a denunciare il fatto ma il vigile per tutta risposta le ha detto che sono minorenni!!! Ha quindi deciso di andare direttamente da un genitore di questi che si è mostrato un po’ più ricettivo. Perché questi delinquenti sono ragazzi di Ballabio e non pensano nemmeno che qualcuno li possa riconoscere. A voi genitori che so che leggerete un bell’esame di coscienza e magari una bella pedata nel culo ai vostri figli!”

Leggi anche:  39enne scomparsa e ritrovata morta in un parco giochi: è stata strangolata

Individuato il baby incivile

“Accuse” queste ultime, che hanno spunto il primo cittadino del Comune di Ballabio a prendere posizione: “Esprimo vicinanza all’anziana signora che, nel pomeriggio di venerdì, sarebbe stata spintonata da un ragazzino ma smentisco recisamente le affermazioni pubblicate in internet circa qualsiasi disinteresse sull’accaduto”

Le precisazioni del sindaco Consonni

1) sin dalle prime ore di oggi pomeriggio (sabato 11), la sottoscritta si è attivata rivolgendosi al comandante della Stazione Carabinieri di Lecco circa la vicenda segnalata alla nostra Polizia Locale dall’anziana;

2) non risulta che nessun agente della nostra PL abbia preso sottogamba quanto segnalato facendo strane affermazioni;

3) nessun agente ha mai inteso giustificare quanto segnalato per il fatto che sarebbe stato commesso da ragazzini 14enni, anzi ha ribadito che si sarebbe proceduto, naturalmente con modalità proporzionate all’episodio e alla minore età dei soggetti segnalati;

4) le generalità di almeno uno dei soggetti coinvolti nell’episodio segnalato sarebbero già state individuate;

5) anche i 14enni sono imputabili e certi maltrattamenti alle persone cosi come i danneggiamenti di beni non sono delle monellerie infantili, ma autentici reati penali.

Nei prossimi giorni interpellerò personalmente testimoni dell’accaduto e genitori, anche in relazione ad alcuni episodi di inciviltà verificatisi in paese.
Ricordo infine che abbiamo appena acquistato 11 nuove telecamere e appena arrivate verranno collocate.

Alessandra Consonni