Ponte di Annone: si sospetta la presenza di ordigni bellici nel cantiere. Ad annunciarlo, con un post su facebook, è il sindaco di Oggiono nonchè deputato della Lega Nord Roberto Paolo Ferrari

Ordigni bellici nel cantiere: analisi in corso

“Dopo le informazioni assunte sul ponte di Isella, di cui oggi sarà pubblicato il bando, mi sono fatto promotore di avere notizie circa il cantiere del ponte di Annone” scrive il borgomastro e parlamentare in rete. “Da quanto appreso dagli uffici di Anas, il cantiere non è fermo, ma sono in corso degli approfondimenti circa la presenza di ordigni bellici, resisi necessari per sospetti emersi dalla prima analisi”.

La ripresa dei lavori

“Sempre da quanto riferisce Anas, se non ci saranno, come sembra, sorprese, il cantiere riprenderà giovedì della prossima settimana” aggiunge Ferrari. “Queste notizie sembrano fugare i timori emersi nelle scorse settimane. Il nostro tessuto produttivo necessita di questa infrastruttura. Lo attendiamo con ansia”.