Pizzicato il furbetto che transitava dal casello autostradale senza pagare il pedaggio. Il giochetto gli era riuscito più volte, tanto da evitare un sborso complessivo di oltre 500 euro.

Pizzicato il furbetto del casello

E’ finito a processo in Tribunale a  Monza per aver preso il vizio di transitare dal casello autostradale senza pagare il pedaggio. Nei guai è finito un 27enne automobilista bergamasco, che deve rispondere del reato di truffa davanti al giudice monocratico del Tribunale monzese Gianluca Tenchio.

Secondo quanto ricostruito dalla pubblica accusa, l’automobilista avrebbe attraversato la barriera autostradale all’altezza di Monza in svariate occasioni, sempre senza pagare, per un importo complessivo “evaso” pari a 507 euro. E’ successo tra il 22 gennaio e il 4 marzo del 2016, quando il giovane riusciva tranquillamente a prendere l’autostrada beffando sia i caselli Viacard sia quelli Telepass, così come le postazioni per il pagamento in contanti.

Non un caso isolato quello del 27enne bergamasco, perché purtroppo quello di non pagare il casello è diventato un fenomeno sempre più diffuso, anche se farla franca non è certo facile. I nodi, alla fine, vengono sempre al pettine.

Leggi anche:  Sputare contro un poliziotto non è un reato. L'ira del sindacato

TORNA ALLA HOME